Samsung pensa anche allo smartphone espandibile: ecco il nuovo brevetto (foto)

Vincenzo Ronca

Samsung è stato uno dei primi produttori di smartphone ad entrare concretamente nel mondo dei dispositivi pieghevoli, con il suo Galaxy Fold. Il produttore sudcoreano non si limiterebbe soltanto a questi smartphone, ma starebbe pensando anche ad un device con display estensibile.

Questo quantomeno viene suggerito dall’ultimo brevetto che Samsung ha depositato presso il US Patent & Trademark Office: le immagini allegate al documento mostrano che Samsung ha previsto un meccanismo di arrotolamento del display, il quale verrebbe gestito attraverso la manopola posteriore. In questo modo l’utente sarà in grado di modificare fisicamente le dimensioni del display e dal punto di vista software verrà integrato un sensore in grado di riconoscere in tempo reale le variazioni di dimensione e comunicarle al sistema di riferimento per le coordinate dello schermo.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Fold, la recensione

Il dispositivo integra, oltre al sensore di variazione del display, i classici sensori che già abbiamo nei nostri smartphone: parliamo del giroscopio, sensore infrarossi, quello biometrico, quello di luminanza e quello per l’umidità.

Nel brevetto Samsung non quantifica la variazione che si potrebbe avere per il display con un dispositivo del genere. Sicuramente si tratterebbe di un rilevante passo in avanti verso un’unica versione dei top di gamma, dato che attualmente una delle principali discriminanti tra le varie versioni dei top di gamma è proprio la dimensione del display.

Non sappiamo se e quando Samsung vorrà utilizzare il brevetto che abbiamo appena descritto. Torneremo ad aggiornarvi nel caso dovessero emergere ulteriori novità in tal senso.

Fonte: Patently Mobile
brevetti