ASUS scommette sul modding: inviati dei ROG Phone II di test ad alcuni sviluppatori di custom rom

Edoardo Carlo Ceretti

Sono lontani i tempi in cui Android e modding costituivano un binomio indissolubile, così come l’epoca d’oro delle custom rom, che spesso rappresentavano l’unica via per mantenere aggiornato il proprio dispositivo o per sfruttarne al meglio le potenzialità. Tuttavia, il mondo del modding è ancora vivo e vegeto e i produttori lo sanno bene, tanto da continuare a investirci e a crederci. ASUS ne è l’esempio lampante.

Il produttore taiwanese non macinerà gli stessi numeri dei grandi colossi del mercato, ma quando lancia sul mercato nuovi modelli di smartphone, ha spesso un occhio di riguardo per la comunità di sviluppo indipendente. Era capitato nel giugno scorso, quando aveva distribuito agli sviluppatori alcune unità di prova del nuovo ZenFone 6 e ora è toccato lo stesso a ROG Phone II.

LEGGI ANCHE: Recensione ASUS ROG Phone II

Il più apprezzato dei gaming phone è infatti finito tra le mani di 4 sviluppatori – ben conosciuti sul forum di XDA, per il loro lavoro di creazione e messa a punto di custom rom e custom kernel – gentile omaggio di ASUS, che dimostra di voler sostenere la community. D’altronde, il produttore è anche uno dei più rapidi a rilasciare i tool ufficiali per lo sblocco del bootloader e i sorgenti del kernel, ovvero tutto ciò che serve per iniziare a dedicarsi al modding.

Via: XDA Developers
ASUS ROG Phone II

ASUS ROG Phone II

8.9

  • CPU
    octa 2.96 GHz
  • Display
    6,59" FHD+ / 1080 x 2340 px
  • RAM
    12 GB
  • Frontale
    24 Mpx ƒ/2.2
  • Fotocamera
    48 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    6000 mAh