Huawei al lavoro su uno smartphone con tripla fotocamera “a catapulta”, sarà P Smart Z 2020? (foto)

Roberto Artigiani Qualcuno per caso ha detto Samsung Galaxy A80?

Lo scorso gennaio Huawei ha richiesto la registrazione di un brevetto che riguarda uno smartphone dotato di una particolare fotocamera, certificazione che è stata riconosciuta e pubblicata nel database del WIPO solo pochi giorni fa. Le immagini contenute nella documentazione permettono di scoprire il meccanismo, una soluzione originale per utilizzare il comparto fotografico del retro anche come selfie-camera.

Se qualcuno ci rivede somiglianze con quanto fatto da Samsung su Galaxy A80, non ha tutti i torti. In effetti a prima vista sembrerebbe trattarsi di una soluzione identica, a ben vedere però il brevetto di Huawei non parla di fotocamera rotante, ma ribaltante. Mentre i sensori di Galaxy A80 ruotano sul loro asse orizzontale, la tecnologia brevettata prevede che tutto il comparto scatti per ritrovarsi capovolto sul fronte anteriore, finendo quindi sottosopra rispetto alla posizione iniziale.

LEGGI ANCHE: Cosa regalare a Natale

Questo escamotage è forse meno efficace, ma sicuramente più semplice ed economico da realizzare. Probabilmente è anche più solido dell’attuale fotocamera pop-up presente sugli ultimi esemplari della serie P Smart. Finora gli smartphone di questa famiglia sono stati dotati di un singolo sensore frontale e tripla fotocamera posteriore, se questa certificazione dovesse concretizzarsi potrebbero sfruttare le tre lenti (con flash LED incorporato) anche per i selfie. Rimane comunque la possibilità che il primo dispositivo ad implementare la novità possa essere un Honor.

Fonte: Let's Go Digital
brevetti