Fatevi un regalo e spendete questi 10,99€ sul Play Store (o sull’App Store)

Lorenzo Delli

Ogni volta che si parla di gaming phone spunta fuori qualcuno che rimarchi quanto siano inutili visto che su Android non ci sono giochi decenti. Se i vari Call of Duty Mobile, Football Manager 2020, Mario Kart Tour, Fortnite, PUBG, Vainglory e compagnia bella non facessero per voi (e ci può tranquillamente stare), in queste ultime settimane sono sbarcate sul Play Store dei port di titoli tripla A davvero niente male. Square Enix ad esempio ha pubblicato THE LAST REMNANT Remastered, un giocone (a tutti gli effetti) del 2008 rimesso a nuovo che viene a costarvi la bellezza di 21,99€; o ancora SaGa SCARLET GRACE : AMBITIONS che viene a costarvi addirittura 23,99€.

Ma non siamo qui per i JRPG. Feral Interactive, una software house che di recente ha pubblicato, sempre su Play Store e simili, i port di Tropico e Rome: Total War (degli strategici che non dovrebbero aver bisogno di troppe presentazioni), ha rilasciato un gioco che farà felice gli appassionati di giochi di corse. Proprio questo genere su mobile ha già dimostrato di riuscire ad attirare milioni di giocatori. Basti pensare a Real Racing 3, un gioco con diversi anni sulle spalle che viene ancora aggiornato, o la serie Asphalt di Gameloft.

LEGGI ANCHE: Very Little Nightmares disponibile per Android e iOS

Feral Interactive ha rilasciato però qualcosa di diverso, la versione Android di GRID: Autosport, un gioco di corse del 2014 che nulla ha a che vedere con i classici free-to-play a cui siamo abituati su dispositivi mobili. Un vero tripla A insomma, che ha dalla sua una quantità di contenuti di gioco particolarmente elevata e un gameplay a metà tra il simulativo e l’arcade perfetto per l’ambito mobile.

Dopo pochi minuti in sua compagnia i 10,99€ richiesti non sembrano neanche troppi. Il gioco comprende oltre 100 vetture e 100 circuiti ispirati o identici alle loro controparti reali. Il tutto è suddiviso in cinque diverse discipline automobilistiche, open wheels (dalla Formula 3 in su), Endurance, Touring, Tuner e Street, a loro volta suddivise in altre categorie. Potete affrontare coppe, campionati, eventi e anche campionati extra basate su discipline particolari quali drag racing o sprint. Il tutto spinto da un motore grafico che anche su Android dà il meglio di sé, risultando ben più realistico delle varie alternative mobile a cui siamo abituati.

Per i piloti più esperti è possibile selezionare fra sei diversi livelli di difficoltà che vanno ad aumentare il realismo del tutto. Considerate che nel gioco è integrato anche un sistema di danni alle vetture! E il comparto controlli è quanto di più completo si potesse sperare di avere. Non manca ovviamente il supporto ai controller: nel nostro caso ce lo stiamo godendo in compagnia di un Razer Raiju Mobile, ma nulla vieta di usare un qualcosa di meno costoso.

A dirla tutta proprio con il controller dà il meglio di sé per due motivi: perché alla fine è il port di un gioco PC/Console e perché è più facile gestire accelerazione/decelerazione e frenata. Con i comandi touch conviene infatti mantenere l’accelerazione automatica per evitare di impazzire con più pulsanti. Comunque sta a voi decidere come pilotare le vetture e quali comandi utilizzare. Il gioco è ottimizzato per vari dispositivi. Noi lo stiamo giocando su ASUS ROG Phone 2, un dispositivo non ottimizzato per il gioco ma che, ovviamente, non ha alcun problema a far girare il tutto al massimo delle possibilità.

A tal proposito segnaliamo che nelle impostazioni è possibile scegliere tra più settaggi grafici e che aprendo le Opzioni Avanzate si apre letteralmente un mondo di contenuti extra. Ci sono praticamente tutti i DLC rilasciati all’epoca per il gioco e vari pacchetti di texture HD da scaricare e attivare. GRID: Autosport era sbarcato con qualche settimana di anticipo sull’App Store per dispositivi iOS, su Android è arrivato solo ultimamente. Come già accennato il prezzo è pari a 10,99€ e ovviamente non ci sono acquisti in-app. Il tutto si può giocare anche offline. Collegandovi online potete comunque effettuare il backup dei vostri progressi, e in ogni caso il gioco si deve collegare ogni tanto ai suoi server per fare un check delle licenze.

• Google Pixel 2
• Google Pixel 2 XL
• Google Pixel 3
• Google Pixel 3 XL
• Google Pixel 4
• Google Pixel 4 XL
• HTC U12+
• Huawei Honor 10
• Huawei Mate 20
• LG V30+
• Motorola Moto Z2 Force
• Nokia 8
• OnePlus 5T
• OnePlus 6T
• OnePlus 7
• Razer Phone
• Samsung Galaxy S8
• Samsung Galaxy Note8
• Samsung Galaxy S9
• Samsung Galaxy Note9
• Samsung Galaxy S10
• Samsung Galaxy S10+
• Samsung Galaxy S10e
• Samsung Galaxy Tab S4
• Sony Xperia 1
• Sony Xperia XZ1
• Sony Xperia XZ2 Compact
• Xiaomi Mi 6
• Xiaomi Mi 9
• Xiaomi Pocophone F1

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.