LineageOS saluta l’implementazione di superuser in favore di Magisk

Vincenzo Ronca

Una delle custom ROM più note ed utilizzate del momento nel panorama del modding Android è la LineageOS. Con la nuova versione 17 della custom ROM, basata su Android 10, è in arrivo una particolare novità riguardante le basi per garantire i permessi di root.

A partire dalla versione 15.1 e passando per la 16 la LineageOS ha sempre implementato l’addonsu, relativo a superuser, per garantire dei binari preinstallati in merito all’acquisizione dei permessi di root della ROM stessa. Ma a partire dalla versione 17 la LineageOS offrirà il supporto al root access over ADB e questo significa che gli utenti dovranno optare per l’installazione di Magisk e Magisk Manager per garantire l’accesso di tipo superuser alle varie app.

LEGGI ANCHE: votate il vostro smartphone preferito del 2019

La scelta del team di LineageOS va ricercata nel fatto che a partire dalla versione 17 non è più implementata la piattaforma di sicurezza PrivacyGuard, perché il team non è riuscito ad adattarla alla build basata su Android 10. Dunque è stato necessario adottare la piattaforma Permission Hub di Google e pertanto optare per Magisk che garantisce la compatibilità con il controllo di SafetyNet.

C’è anche da dire che molti utenti optavano già per la soluzione Magisk una volta installata la LineageOS, probabilmente il team di sviluppo ha tenuto in considerazione anche questo aspetto al momento della scelta.

Fonte: XDA