Focus più rapido, alta risoluzione, alta sensibilità: ecco il nuovo chip di Sony per la fotografia su smartphone (foto)

Matteo Bottin

Con la prossima generazione di sensori fotografici per smartphone di Sony potrebbe migliorare (di parecchio) la capacità di gestire il blur nelle fotografie. Questo grazie al nuovo 2×2 chip lens (OCL) presentato qualche giorno fa da Sony stessa.

“The 2 × 2 chip lens (OCL) solution is a new image sensor technology for high-speed focusing, high resolution, high sensitivity, and high dynamic range.”

Sony

Se l’attuale Quad Bayer di sony ha una lente on-chip per ogni pixel, la nuova soluzione prende in considerazione gruppi di 4 pixel adiacenti in modo tale da notale in maniera più marcata cambi di fase nella zona che stiamo prendendo in considerazione.

Infatti, ad oggi la tecnologia utilizzata nei sensori si focalizza sulla separazione orizzontale dei pixel. Questo significa che il sistema non è in grado di gestire oggetti che non cambiano orizzontalmente (come la parte superiore di un tavolo). Nella pratica, voler mettere a fuoco una gamba di un tavolo è molto più facile e rapido rispetto al piano superiore.

LEGGI ANCHE: Cosa regalare a Natale?

Con il nuovo OCL 2×2, questo non sarà più un problema: sarà possibile rilevare cambiamenti orizzontali e verticali di fase. Inoltre, tutti i pixel verranno utilizzati sia per mettere a fuoco l’immagine che per acquisirla: metodi alternativi “sprecavano” alcuni pixel della matrice per cercare di ovviare al problema di cambiamento di fase lungo l’orizzontale.

Via: GizChina