Il fratello di Escobar lancia uno smartphone pieghevole da appena 349$

Lorenzo Delli -

No, non è uno scherzo di cattivo gusto. Il 1 aprile è ancora lontano, per nostra sfortuna. Si chiama Escobar Fold 1 ed è il primo smartphone pieghevole realizzato dalla società del fratello Roberto del celebre “drug lord” Pablo.

Dalle prime immagini si capisce che non è un modello inedito: è palesemente una versione rebrand di Royole FlexPai, lo smartphone pieghevole che provammo in anteprima in occasione dello scorso Mobile World Congress. Ovviamente presenta varie personalizzazioni anche alquanto “pacchiane”. Lo smartphone, oltre ad esporre fieramente il cognome Escobar come se fosse motivo di vanto, viene poi presentato in modo abbastanza maschilista (questo video parla da solo, ma anche il sito non scherza) ed esponendo altrettanto fieramente la foto dello stesso Pablo come wallpaper dello smartphone (in questo video).

LEGGI ANCHE: Cosa hanno comprato gli italiani per Black Friday – Cyber Monday

Escobar Fold 1 Scheda Tecnica

  • Schermo: 7.8″ full HD+ foldable AMOLED
  • Processore: Snapdragon 855 Octa-core 2,8GHz
  • RAM: 6/8GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 128/512GB, microSD card slot
  • Fotocamera:  16 megapixel f/1.8 + 20 megapixel f/1.8, OIS
  • Batteria: 4.000mAh
  • Connettività: dual-SIM, 4G LTE, Wi-Fi ac, USB-C
  • Altro: lettore di impronte digitali
  • OS: Android 9.0
  • Dimensioni: 134 x 190,35 x 7,6 mm
  • Peso: 320 g

Lo schermo, a detta dello stesso Escobar, non è in vetro: è realizzato con una “speciale plastica” resistente ed estremamente difficile da rompere. La stessa insomma che testammo anche sul Flexpai.

Lo smartphone in questione viene venduto direttamente sul sito ufficiale al prezzo stracciato di 349 dollari, circa 320 euro al cambio attuale. La variante con memoria interna da 512 GB viene a costare invece 499 dollari. Le vendite sono aperte in tutto il mondo: lo smartphone infatti è sbloccato in modo da funzionare con SIM di tutte le nazioni. Ciò lo renderebbe lo smartphone flessibile più economico di sempre. Il progetto ci pare però tutt’altro che encomiabile per i già citati motivi.

Roberto Escobar afferma di riuscire a proporre prezzi simili vendendo direttamente ai consumatori invece che passare da intermediari e negozi. Le scorte tra l’altro sono limitate: solo i primi 100.000 acquirenti potranno accaparrarsene un esemplare, ma non vi consigliamo in alcun modo di essere tra quelli.

Escobar Fold 1 Foto

Video