Benessere digitale

Giorgio Palmieri -

Il telefono è uno strumento e, in quanto tale, fa del bene o del male a seconda dell’utilizzo. Ad esempio, se lo lanci in testa ad un tuo amico, gli farai del male. A parte gli scherzi: lo smartphone ci facilita enormemente la vita e addolcisce la noia, ma distrae e genera assuefazione se l’uso non è controllato. Ecco perché è importante conoscere Benessere digitale: parliamone.

Indice:

Cos’è Benessere digitale

Benessere digitale è l’iniziativa di Google volta a combattere la dipendenza da smartphone, illustrando delle statistiche nel menù Impostazioni attraverso le quali l’utente potrà leggere, nero su bianco, le sue abitudini. Prima di scendere più nel dettaglio, vogliamo aprire una piccola parentesi sul perché è importante visualizzare quotidianamente questi parametri.

Attenzione… Benessere digitale è obbligatoria su tutti i dispositivi dotati di Android 9 e Android 10. Infatti la troverai già installata, come se fosse una normale opzione del cellulare. Nel caso non l’avessi, puoi scaricarla dal Play Store cliccando qui, purché tu abbia un dispositivo Android puro. Oppure, puoi rivolgerti alle alternative di terze parti: te ne parleremo in chiusura a questa guida.

Perché è importante

Mettiamo in chiaro una cosa: è normale passare molto tempo davanti allo smartphone di questi tempi. Molti lavori ne prevedono l’utilizzo oggigiorno, così come alcuni servizi che prima potevamo svolgere solo in un’altra maniera, dall’acquisto dei biglietti del treno al controllo degli orari dei mezzi pubblici, fino alla prenotazione dei locali o alla lettura degli articoli – come stai facendo tu ora, no? Il problema è, appunto, il tempo che spendi inutilmente, del quale potresti fare a meno. Non fare finta che tutto ciò non ti tocchi: anche se sei sicuro di avere la situazione sotto controllo, e siamo sicuri tu ce l’abbia, devi vedere il Benessere digitale come uno strumento di prevenzione.

Sapevi che… la dipendenza da smartphone è considerata un disordine psichiatrico? Infatti, prende il nome di Problematic Smartphone Usage (PSU). Da una ricerca, condotta dal King’s College di Londra su 41.871 giovani totali analizzati, è emerso che, in media, il 23% dei bambini e giovani adulti (fino a 25 anni) ne è affetta. Per maggiori dettagli, ti invitiamo a leggere il nostro articolo dedicato.

Come utilizzare Benessere digitale

Puoi avere un quadro completo delle tue abitudini semplicemente accedendo alle Impostazioni: scorri in basso e cerca Benessere digitale o Gestione digitale, a seconda del dispositivo in tuo possesso. Dalla frequenza di utilizzo delle app installate al numero di notifiche che ricevi, per poi passare alla frequenze di controllo del telefono, questo strumento non solo delinea il profilo dell’utente, ma offre delle funzionalità con le quali è possibile semplificare il distacco dal telefono. Puoi ad esempio impostare dei timer giornalieri che limitano l’uso delle app (come Youtube o i giochi), ma non ne disattivano forzatamente l’uso, quindi starà sempre a te regolarti. Oppure potrai attivare la funzione Relax/Riposo prima di andare a dormire, con cui è possibile avviare una visualizzazione in scala di grigi in modalità Non disturbare: ti consigliamo, comunque, di evitare l’utilizzo dello smartphone prima di coricarsi, poiché la luce dello schermo e i raggi che emana potrebbero rendere difficoltoso il sonno. In ogni caso, è importante saper gestire al meglio le notifiche, perché sono il veicolo primario di distrazione, malgrado la loro indubbia utilità.

Esempi di schermate di Benessere digitale. A sinistra Android stock, al centro Samsung, a destra Huawei/Honor.

Altri strumenti di Benessere digitale

Benessere digitale non si ferma solo nelle Impostazioni. Google fornisce una serie di app per monitorare ancora di più le proprie abitudini con lo smartphone. Clicca sui nomi se desideri scaricarle!

  • Morph: la più interessante. In pratica ti aiuta a rimanere concentrato, adattando il tuo telefono a ciò che stai facendo. Sceglie per te le app più importanti in base all’ora o al luogo in cui ti trovi.
  • Unlock Clock: è uno sfondo che segnala quante volte al giorno sblocchi il telefono. Semplice, ma efficace!
  • Post Box: un’app che riduce le distrazioni permettendoti di ricevere le notifiche in momenti che decidi tu.
  • Desert Island: a metà strada tra un esperimento e un esercizio, ti sfida a passare una giornata solo con le tue app essenziali. Scegli semplicemente le 7 app più importanti per te, e, dopo 24 ore, riceverai un resoconto sul loro utilizzo.

Se sul dispositivo manca un angolo dedicato al Benessere digitale, o se vuoi sperimentare qualcosa di diverso dalle impostazioni proposte da Google o dal produttore del tuo telefono, puoi sempre affidarti alle app di terze parti, come l’ottima SPACE: Break phone addiction, stay focused. Scaricala toccando il bottone a seguire, oppure cerca sul Play Store altre app di Benessere digitale!

POTREBBERO INTERESSARTI