Xiaomi vende meno smartphone, ma continua a crescere e va fortissimo in Europa

Roberto Artigiani -

Xiaomi ha appena pubblicato i risultati finanziari per il terzo trimestre del 2019 e i numeri sono piuttosto positivi, anche se gli smartphone – che rappresentano il segmento più importante – sono in declino. In particolare le vendite sono calate del 7,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, passando da 33,3 milioni di unità a 32,1 milioni. Allo stesso tempo però il margine di profitto lordo è aumentato e nel giro di soli tre mesi è passato da 8,1% al 9%.

Gli affari al di fuori della Cina vanno comunque benone con un aumento del 17,2% in un anno arrivando a rappresentare quasi la metà degli incassi di tutto il business. In particolare Xiaomi sta andando fortissimo in l’Europa dove ha visto la sua presenza quasi raddoppiare in un anno (+90,9% rispetto allo stesso periodo del 2018). Ci sono Paesi, come la Spagna dove detiene il 22,9%, in cui ormai il gigante cinese occupa significative fette di mercato.

LEGGI ANCHE: Le migliori offerte del Black Friday

Commentando questo andamento “schizofrenico” il CFO del gruppo ha dichiarato che “il passaggio dal 4G al 5G sta mettendo sotto pressione tutto il mercato. La nuova generazione di dispositivi costerà di più, aumentando così i flussi di cassa a tutto vantaggio del modello di business adottato”. A livello di gruppo comunque le cifre mostrano una crescita del 5,5% anno su anno, mentre il profitto netto è stato di 0,92 miliardi di dollari con un aumento del 20,3% rispetto allo stesso periodo del 2018.

 

TUTTO SUL BLACK FRIDAY

ALTRE OFFERTE SU AMAZON

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Via: GizChinaFonte: Xiaomi