Il nuovo SDK di Google vuole rendere più fluidi i giochi Android

Il nuovo SDK di Google vuole rendere più fluidi i giochi Android
Vezio Ceniccola
Vezio Ceniccola

Manca ormai pochissimo al rilascio della prima versione pubblica di Android Game SDK, una nuova piattaforma software per sviluppatori che punta a rendere più semplice lo sviluppo dei giochi su Android, ma anche e soprattutto più ottimizzate le performance sui vari smartphone che dovranno farli girare. Uno dei punti chiave di questa nuova suite di strumenti si chiama Android Frame Pacing Library e si propone di portare più fluidità e meno latenza sui vostri schermi.

Detto in parole povere, quello che fa questa libreria è un'ottimizzazione automatica del frame pacing, vale a dire la sincronizzazione tra la produzione dei frame da parte dell'hardware e la visione sul display da parte dell'utente. Integrando la libreria nei motori di gioco è possibile accorciare il ritardo di visualizzazione dei frame, ottenendo meno input lag per i comandi e più fluidità su schermo. Due fattori chiave quando si gioca, soprattutto in partite multiplayer online.

Android Frame Pacing Library è compatibile sia con i giochi sviluppati usando OpenGL ES sia con quelli che utilizzano le API Vulkan, ma per poter utilizzare le ottimizzazioni di cui abbiamo parlato è necessario che il motore di gioco supporti la libreria, una cosa non scontata. Al momento, solo Unity ha già integrato questa nuova tecnologia.

Per capire quanta fortuna potrà avere la nuova libreria di sviluppo di Android dovremo attendere il rilascio ufficiale di Android Game SDK, che come detto non è molto lontano nel tempo. Per maggiori informazioni su Android Frame Pacing Library e per approfondire a livello tecnico la questione, potete leggere la pagina dedicata sul sito di Android Developers a questo indirizzo.

Commenta