Galleria

Giorgio Palmieri -

Un altro importante tassello che compone la grammatica di Android è la Galleria. A cosa serve? In cosa si differenziano le varie versioni di modello in modello? Ecco la nostra guida a riguardo.

Indice:

Come vedere le foto su Android

La Galleria è lo strumento con il quale potrai visionare le foto e i video presenti sul tuo cellulare. È praticamente un’app già pre-installata sul telefono: la trovi sotto il nome di Galleria o Foto, a seconda del dispositivo in tuo possesso.

Google Foto

Google Foto è il nome della Galleria di Android. La sua organizzazione vanta una divisione a quattro schede, ciascuna delle quali è adibita ad uno scopo preciso. Puoi cambiare scheda semplicemente toccando l’icona corrispondente in basso.

  • Foto: mostra tutte le foto, divise a seconda del giorno in cui sono state scattate
  • Album: un angolo che contiene tutti gli album organizzati automaticamente dagli algoritmi di Google. Troverai le foto di app specifiche come Whatsapp o Telegram, i video, le animazioni, i file scaricati e molto altro. Puoi creare nuovi album semplicemente toccando il + sotto la voce Album.
  • Assistente: questa sezione ti consente di creare collage, filmati e animazioni: è sufficiente toccare l’opzione desiderata e seguire le semplici istruzioni a schermo, che ti chiederanno di selezionare le foto che vorrai utilizzare da base per le tue creazioni. È possibile persino realizzare un fotolibro a pagamento che ti sarà recapitato a casa da Google.
  • Condivisi: se vuoi condividere uno o più album della tua galleria con altre persone basta recarsi in questa sezione e creare un gruppo di foto. Dopo, ti sarà chiesto con chi vorrai condividerlo, in base alla lista dei tuoi contatti.

Ricorda che è possibile sempre utilizzare la barra di ricerca per cercare delle foto in particolare: dai una sbirciata ai tre puntini sulla destra della barra se vuoi accedere alle Impostazioni. Sappi, inoltre, che in alto a sinistra c’è un hamburger button con cui puoi far apparire un menù con altre opzioni aggiuntive, molte delle quali rivolte all’archiviazione delle foto. Emerge anche la dicitura Impostazioni, utile per accedere ad altre funzionalità, tra cui spicca il Backup, attraverso il quale potrai salvare le foto dal dispositivo in cloud: di conseguenza, se cambierai cellulare, le ritroverai tutte sul nuovo, purché tu abbia attivato questa funzione.

Cos’è il cloud? Detto in parole povere, è una tecnologia che ti consente di salvare i tuoi dati sui server di un fornitore (come Google ecc), così rimarranno al sicuro anche se cambierai cellulare. Quindi, questo non solo ti consentirà di “alleggerire” il telefono, ma potrai accedere a foto, video e quant’altro da qualsiasi tuo dispositivo semplicemente inserendo i dati personali.

Il Backup di Google Foto ha due opzioni: una gratuita, che assicura spazio illimitato su foto di alta qualità ma ridimensionate, e una premium, che garantisce qualità massima, e quindi nessuna perdita di risoluzione sul formato originale. Google offre 15GB del suo piano premium, dopodiché, se ne vorrai ancora, dovrai abbonarti.

L’esecuzione del Backup è automatica quando sei connesso in Wi-Fi. Puoi scegliere di effettuarlo anche con la rete mobile, ma occhio, perché l’operazione potrebbe consumare molti dati del tuo piano. Infine, ti segnaliamo che puoi installare Google Foto sul tuo dispositivo Android, anche se ha un altro tipo di Galleria pre-installata. In che modo? Cercala sul Play Store o clicca sul bottone qui sotto.

Sapevi che… puoi scattare un’istantanea della schermata del telefono? Ti basta premere insieme il tasto d’accensione e la parte inferiore del bilanciere del volume per un attimo e il tuo “screenshot” sarà pronto! Lo troverai nell’apposita sezione di Google Foto.

Per la cronaca… i costi dei servizi cloud in media si aggirano attorno a 1,99€ per 100GB di archiviazione aggiuntiva. Esistono piani differenti a seconda del servizio scelto.

Galleria Samsung

La Galleria Samsung riprende la struttura a schede di Google Foto, ma aggiunge un pizzico di diversità di ispirazione social:

  • Immagini: tutte le foto scattate e ricevute, divise a seconda del giorno in cui sono state fatte o quando le hai ricevute.
  • Album: tutti gli album organizzati dagli algoritmi Samsung, separati in base alla categoria d’appartenenza.
  • Storie: album creati automaticamente a seconda degli scatti eseguiti. Ad esempio, l’algoritmo riconoscerà se si tratta di un’occasione particolare, ad esempio un viaggio di lavoro o una vacanza, e li raggruperà per te. Potrai eventualmente creare GIF e Collage, sia nuovi di zecca che partendo dagli album confezionati da Samsung.
  • Condiviso: crea album condivisi, così amici e parenti potranno visualizzare le foto e i video che desideri condividere. Richiede un numero di telefono valido per funzionare.

Se scorri il dito dall’alto verso il basso nelle schede Immagini o Album, puoi evocare quattro icone:

  • Video: se vuoi visualizzare solo i video.
  • Preferiti: le foto e i video preferiti, ovvero contrassegnati da un cuore, finiranno qui.
  • Posizione: contenuti raggruppati a seconda del luogo in cui sono state scattate. L’opzione però richiede l’autorizzazione dell’utente per poter funzionare.
  • Consigliati: contenuti, come delle GIF, generati da Samsung utilizzando le foto presenti sul dispositivo.

Puoi richiamare la barra di ricerca toccando la lente di ingrandimento in alto: a fianco di quest’ultima vi sono i tre puntini, con i quali è possibile far apparire un menù di impostazioni, differente a seconda della scheda scelta. Invece, per quanto riguarda il discorso Backup, Samsung offre 5GB gratuiti ai nuovi clienti per conservare i propri file multimediali.

Galleria Huawei

La Galleria Huawei è anch’essa basata sulla struttura a quattro schede, ma solo due sono interattive, mentre le restanti si limitano a spiegare funzioni aggiuntive:

  • Foto: tutte le foto divise a seconda del giorno in cui sono state scattate o ricevute.
  • Album: tutti gli album organizzati in automatico da Huawei, dalla fotocamera alle schermate. Puoi crearne di nuovi o cancellare quelli indesiderati.
  • Highlight: questa funzionalità ti consente di vedere le foto e i video migliori, scelti dall’algoritmo di Huawei, durante le fasi di spegnimento e di ricarica del telefono.
  • Momenti: è uno strumento governato dall’intelligenza artificiale che suddivide le foto in base ai contenuti, dalle persone ai luoghi. Questa operazione avviene silenziosamente mentre il dispositivo è in carica o lo schermo è spento.

Anche Huawei offre uno spazio di archiviazione gratuito su cloud pari a 5GB. Basta premere i tre puntini in alto e toccare Impostazioni. Accanto alla lente d’ingrandimento per la ricerca, poi, vi è l’icona per la suddivisione degli album in base alla posizione: vedrai sulla mappa del mondo le foto a seconda del luogo in cui le hai scattate. Ricorda che queste operazioni richiedono l’autorizzazione per essere visualizzate.

Galleria Xiaomi

La Galleria Xiaomi è essenziale, ma non per questo meno degna di attenzioni. Vince senz’altro sul fronte intuitività: si divide in due schede, una per le foto e i video, l’altra per gli album, divisi in cartelle generate dal sistema. Se ne possono creare di nuovi semplicemente toccando il + in basso a destra. Inoltre, selezionando i puntini in alto a destra, è possibile accedere a quattro funzionalità:

  • Collage: crea insiemi di immagini incentrati sulle foto e i video nel tuo telefono.
  • Ritaglio: genera dei filmati personalizzati basati sulle foto e i video nel tuo telefono.
  • Libera Spazio: cancella i file multimediali inutilizzati suggeriti dal sistema.
  • Impostazioni: un menù per le impostazioni, tra cui spicca la possibilità di attivare il Backup su Mi Cloud, così potrai salvare foto e video in cloud. Xiaomi mette a disposizione 5GB di archiviazione gratuita in cloud.

Scaricare altre Gallerie

Google Foto si pone come la miglior soluzione, sia in termini di offerta del backup che di funzionalità, a prescindere che tu abbia un Android puro o un telefono di un produttore come Samsung, Xiaomi, Huawei ecc. Non sei comunque soddisfatto? Ti basta scrivere “Galleria” sul Play Store per scaricarne altre di terze parti: ce ne sono alcune che offrono effetti ed editor particolari che magari potrebbero essere perfetti per le tue esigenze!

POTREBBERO INTERESSARTI