Se avete un OnePlus 7/7T o Essential Phone potete provare la modalità Desktop di Android 10 (foto)

Matteo Bottin

Agli inizi dello sviluppo di Android 10 abbiamo trovato una interessante novità: la modalità desktop. Sono passati i mesi e di questa modalità se ne è persa traccia. Anzi, non è corretto: Google la ha presa e la ha nascosta sotto al tappeto. Fortunatamente, alcuni smartphone supportano l’uscita video e hanno Android 10 (come gli OnePlus 7/7 Pro e 7T/7T Pro e Essential Phone), dunque è possibile lavorare per farla funzionare in maniera “decente”.

Tutto il procedimento è descritto su XDA Developers, ma cercheremo di riassumerlo brevemente. I requisiti per questa modalità sono:

  • Lo smartphone deve avere Android 10
  • Lo smartphone deve supportare la DisplayPort Alt Mode (qui una lista parziale). Non tutti gli smartphone sono compatibili, perché il produttore potrebbe aver disabilitato la funzione (come accade con Pixel 4, vero Google?)
  • È necessario un adattatore USB-C/HDMI. Inoltre, per facilitarvi la vita, dovreste tenere a portata di mano un mouse e una tastiera bluetooth.

Come lanciare la modalità desktop nascosta di Android 10

  1. Abilitare le opzioni sviluppatore andando in Impostazioni > Informazioni sul telefono e toccando 7 volte la Versione build
  2. Entrate nelle impostazioni sviluppatore e cercate la sezione “APPS”. Qui abilitate “enable freeform windows” e “force desktop mode” (in italiano le voci potrebbero cambiare)
  3. Riavviate il telefono
  4. Installate questo APK (è una versione modificata di Lewnchair launcher)
  5. Impostate Lawnchair come launcher principale (Impostazioni > App e notifiche > App di default)
  6. Collegate il telefono al monitor usando l’adattatore
  7. Dopo qualche secondo dovreste veder comparire la modalità desktop sullo schermo. Accettate i permessi richiesti per mostrare la barra inferiore e le app recenti

In questo modo potrete godervi una rudimentale modalità desktop (come la si vede nella prima immagine in galleria). Se voleste raffinare il tutto, potreste farlo tramite alcuni comandi di ADB. Quest’ultimo passaggio è più complesso e non adatto a tutti: se voleste comunque darci un’occhiata, vi lasciamo alla spiegazione dettagliata di XDA.

Fonte: XDA Developers