Samsung sta sviluppando una sua alternativa a Project Soli di Google, sarà pronta per Galaxy S11? (foto)

Roberto Artigiani -

Non tutti sanno che Samsung oltre a essere il primo produttore di smartphone al mondo realizza anche componenti hardware – per non parlare di altri settori non strettamente legati all’hi-tech. Tra questi ci sono i sensori per fotocamera, noti col marchio ISOCell, che vanno ad equipaggiare i dispositivi dell’azienda coreana, ma anche quelli di tanti altri concorrenti.

Giusto ieri Samsung ha registrato presso l’ufficio europeo per la proprietà intellettuale (EUIPO) un nuovo marchio: “ISOCell-Motion”. La descrizione contenuta nella richiesta di certificazione parla di un sensore in grado di rilevare il movimento e anche se non ci sono molti altri dettagli è inevitabile che il pensiero vada subito al piccolo radar impiegato da Google negli ultimi Pixel per realizzare Motion Sense (precedentemente noto come Project Soli).

LEGGI ANCHE: Il Black Friday 2019 si sta avvicinando

In fondo anche LG ha inserito un sensore in grado di riconoscere il movimento senza dover necessariamente toccare lo schermo del telefono in LG G8 ThinQ, per cui è più che lecito pensare che un componente simile possa trovare spazio sul prossimo Galaxy S11, in arrivo all’inizio del prossimo anno. Tuttavia nella categoria della certificazione ricadono anche altri tipi di strumenti per cui c’è anche la possibilità che Samsung stia lavorando su un nuovo sistema di tracciamento per minimizzare le foto mosse.

Via: Let's Go Digital
brevetti