Android 10 fa il suo trionfale ingresso su Huawei Mate 20 / 20 Pro: uno sguardo alla beta della EMUI 10 (foto)

Vincenzo Ronca Il programma beta della EMUI 10 è in fase di rollout in Regno Unito.

Dopo tutto i possessori di smartphone Huawei non possono dirsi delusi dalla velocità con la quale il produttore cinese implementa le nuove versioni del robottino verde attraverso le EMUI, l’interfaccia software proprietaria. Android 10 sta arrivando in versione beta per gli utenti inglesi con Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro.

La nuova beta della EMUI 10 è aperta a tutti coloro che si iscriveranno al programma di beta testing, per il quale sarà necessario aver preventivamente aggiornato lo smartphone alla versione EMUI 9.1.0.338. Le novità inclusa nella nuova EMUI 10 per Mate 20 e Mate 20 Pro coincidono con quelle annunciate al momento dell’ufficialità di Android 10 per Huawei. Di seguito trovate diversi esempi riassuntivi:

Nuova interfaccia grafica

Diverse sezioni dell’interfaccia grafica di sistema sono state rinnovate: non solo le impostazioni di sistema ma anche app di sistema come Note e la sezione delle news.

Morandi Color

Nell’interfaccia grafica sono state implementate 6 diverse basi di colore ispirate al sistema di colori dell’artista italiano Giorgio Morandi. Qui sotto potete averne un esempio pratico.

Always On Display

La modalità Always On del display ha ricevuto nuove possibilità di personalizzazione dell’orologio e dei suoi colori. Inoltre, anche la forma delle icone è stata rinnovata.

Nuova fotocamera ed animazioni

L’app Fotocamera di sistema ha ricevuto un profondo rinnovamento grafico. Anche le animazioni di sistema sono state rinnovate, con una tendenza alla dinamicità.

Dark Mode

Con Android 10 non poteva mancare l’implementazione del tema scuro a livello di sistema. Questo dovrebbe includere tutte le sezioni dell’interfaccia utente quando attivato.

Difficile dire se e quando il programma di beta testing della EMUI 10 verrà esteso anche agli utenti italiani con Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro. Vi terremo aggiornati sugli eventuali ulteriori sviluppi della vicenda.

Fonte: Huawei Central
EMUI