Nonostante Galaxy Fold, Samsung scommette sugli smartphone pieghevoli e punta a venderne milioni nel 2020

Roberto Artigiani -

Gli smartphone pieghevoli al momento sono ancora un prodotto di nicchia, ma Samsung crede che le cose cambieranno nel corso del prossimo anno tanto che si sta preparando a vendere svariati milioni di unità del successore di Galaxy Fold. Inizialmente l’obiettivo era stato fissato a 10 milioni di pezzi in tutto il mondo, ma il travagliato lancio del primo modello ha fatto abbassare le stime a “solo” 6 milioni.

È su queste cifre che si aggira l’accordo con la divisione di Samsung che si occupa di realizzare i display, anche se gli analisti sono più cauti e pensano che le vendite alla fine dell’anno potrebbero posizionarsi tra i 3 e 5 milioni di unità. Attualmente Galaxy Fold ha raggiunto quota 500.000, ma questi valori sono decisamente più alti per quello che finora è apparso più che altro come una scommessa tecnologica che un vero e proprio dispositivo adatto all’uso quotidiano.

LEGGI ANCHE: Cosa pensate dei prodotti “made by Google” 2019?

La cosa sicura è che finora Samsung è stato l’unico nel settore degli smartphone pieghevoli, ma nel corso del 2020 dovrà ragionevolmente vedersela con la concorrenza: Huawei, Xiaomi e soprattutto Motorola – che con le voci sul prossimo Razr ha fatto sognare tanti. I dettagli su Galaxy Fold 2 sono ancora pochi, ma potremmo saperne di più entro sei mesi. Ipotizzando un lancio in aprile – ossia un anno dopo lo sbarco pianificato e poi posticipato del primo modello – Samsung dovrebbe presentare il telefono qualche tempo prima e il palcoscenico dell’MWC sarebbe l’ideale, anche se in quell’occasione dovrà spartire la scena con i nuovi Galaxy S11.

Via: PhoneArena