Xiaomi Mi 9T Pro scatta al pari di Pixel 3, secondo DxOMark (foto)

Vincenzo Ronca -

Torniamo di nuovo a parlare di DxOMark, il popolare team francese che ha appena svelato il suo nuovo protocollo per testare il comparto audio degli smartphone attualmente in commercio. Torniamo a parlarne per l’aspetto che l’ha reso famoso, la valutazione del comparto fotografico, in particolare di quello di Redmi K20 Pro che dalle nostre parti è conosciuto come Xiaomi Mi 9T Pro. Il test dello smartphone è andato abbastanza bene, con una valutazione finale pari a 102 punti al pari di Google Pixel 3, con un rilevante squilibrio a favore del comparto fotografico.

Infatti il comparto fotografico di Redmi K20 Pro ha ricevuto una valutazione parziale pari a ben 108 punti, anche al di sopra di quanto fece registrare Pixel 3. I punti che hanno convinto maggiormente il team DxOMark sono stati: la buona e ripetibile gestione dell’esposizione, le buone performance della modalità di scatto bokeh, l’ottimo controllo del rumore in condizioni notturne o di bassa luminosità ed il controllo della distorsione usando la lente grandangolare. Quelli che hanno convinto meno sono stati la limitazione del range dinamico, alcuni artefatti visivi ed il rumore visibile sullo sfondo degli scatti in modalità bokeh.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi 9T Pro, la recensione

Relativamente al comparto video, Redmi K20 Pro ha ricevuto una valutazione parziale modesta, pari ad 89 punti. La registrazione video ha soddisfatto il team DxOMark in termini di rendering cromatico, controllo del rumore nella maggior parte delle condizioni ambientali e performance dell’autofocus. Ha convinto significativamente meno in termini di range dinamico, instabilità nella stabilità dei bianchi, perdita di dettagli ed alcuni artefatti visivi.

Quello che abbiamo riportato è semplicemente un resoconto dei test effettuati da DxOMark su Redmi K20 Pro. Per maggiori dettagli tecnici vi invitiamo a leggere il report completo disponibile sul blog ufficiale del team, dove troverete anche diversi sample e confronti fotografici che aiuteranno a capire meglio l’andamento dei test.

DxOMark