E niente, il prossimo smartphone di Essential sarà un telecomando che sbrilluccica (foto)

Nicola Ligas

Da diversi mesi si parla di un ipotetico Essential Phone 2, che per la prima volta l’azienda mostra adesso in foto, con l’ineluttabile intento di stupire. Sì perché se davvero sarà come nelle foto qui sotto, questo nuovo Essential sarà “particolare” a dir poco.

Questo nuovo dispositivo è ancora nella fase iniziale di test, e riscriverà le regole di ciò che è mobile. Ed in effetti non c’è nulla di simile sul mercato Android, né c’è mai stato, che ci risulti. I 21:9 degli ultimi Sony sono niente al confronto di queste proporzioni, che costringono ad una completa revisione dell’interfaccia, che è costituita da widget, adattati ovviamente alle forme così allungate del telefono, e dalle icone delle app sotto forma di piccoli widget quadrati anch’esse.

Viene poi da chiedersi come faranno le varie app ad adattarsi ad un form factor così insolito, e nelle poche immagini pubblicate non ci sembra di vedere traccia di alcun servizio Google, nemmeno per le mappe.

E poi c’è quella back cover, con un materiale che cambia colore, come sottolinea Andy Rubin, e quella particolare finitura attorno alla fotocamera posteriore, che sembra farla protrudere probabilmente più di quanto non sia in realtà. E quello sotto cos’è, un lettore di impronte digitali?

E ancora: il sistema di navigazione? Ci verrebbe da pensare alle gesture, ma in alto a destra vediamo anche un pulsante indietro e quello che sembra un tasto home. Ed al loro fianco anche la fotocamera frontale. Quantomeno sui fianchi abbiamo qualcosa di ordinario: bilanciere del volume e tasto di accensione.

Il resto è tutto così strano in questo Project GEM, che non riusciamo a deciderci se possa davvero avere un senso, o se sia solo un modo per stupire. E più ci pensiamo, più propendiamo per la seconda ipotesi.

Fonte: Essential (Twitter)