Il “nuovo Assistant” di Pixel 4 non arriverà subito in Italia ma potrà essere avviato con una gesture molto intuitiva

Matteo Bottin

I prossimi-al-lancio Pixel 4 avranno al suo interno un “nuovo Google Assistant” o, meglio, una nuova interfaccia dello stesso (se non la conosceste, ne abbiamo parlato qui). Ma le novità non si limitano solo alla UI, e questo (per noi italiani) non è un bene.

Secondo quanto riportato da 9to5Google, un’altra interessante novità di Assistant sarà il “raise to talk”. Il nome è autoesplicativo: alzando il telefono e ponendo una domanda o esprimendo un comando, Assistant si avvierà. Se avete dubbi riguardo la privacy, Google ha già risposto che il riconoscimento della voce avverrà nel telefono, senza alcun intervento esterno.

Probabilmente bisognerà prenderci un po’ la mano: 9to5Google specifica che bisogna porre subito la domanda dopo aver alzato il telefono, altrimenti Assistant la ignorerà (ed è una ottima cosa, altrimenti avremmo avvii non voluti di Assistant). Il raise to talk è al momento in fase di sviluppo, e non è detto che sarà disponibile al lancio dei Pixel 4.

La brutta notizia per il mercato italiano arriva sempre da 9to5Google: la nuova interfaccia sarà inizialmente disponibile solo per gli Stati Uniti, per noi spostarsi “presto” in Canada, Regno Unito e Singapore, tutti Stati dove l’inglese è la lingua ufficiale.

LEGGI ANCHE: Ancora novità per i Pixel 4: “social share”, zoom 8x confermato, e nuovi video di Assistant, Project Soli e Face ID

Questo è dovuto anche al fatto che Google è riuscita a “far girare” Assistant sul dispositivo comprimendo i 100 GB dei modelli vocali utilizzati fino ad appena 0,5 GB. Il risultato? Minore latenza e (idealmente) la possibilità di usarlo offline.

Fonte: 9to5Google (1), 9to5Google (2)