Il Galaxy che Samsung immagina da anni è bellissimo e con dock olografica (foto)

Nicola Ligas

Let’s Go Digital ha scovato alcuni brevetti molto interessanti sui quali Samsung sta lavorando da anni. Già alla fine del 2018 per esempio, l’azienda coreana stava pensando ad un qualche tipo di accessorio per proiettare immagini tridimensionali. Questo brevetto è stato pubblicato solo il 19 settembre scorso, ed è basato su una tecnologia che rende possibile convertire una foto 2D in un’immagine 3D stereoscopica.

Riguardo poi il “proiettore” in sé, questo può essere una dock dedicata (illustrata qui sotto) o uno smart speaker, una flip cover, una dashboard per l’auto ecc. Basta ci sia lo spazio fisico per inserirci un telefono dentro, tanto per capirsi. La cosa fondamentale, a quanto riportato sul brevetto, è che il telefono abbia un display edge, perché il lato ricurvo serve per la rifrazione/proiezione dell’immagine attraverso un sistema di specchi integrato nell’accessorio in questione.

Potete mostrare informazioni di ogni tipo in questo modo. Dal meteo, alla batteria, l’orario, la posizione, le notifiche, ecc. E nel caso lo smartphone avesse un sistema per rilevare gesture aeree potrete anche interagirvi facilmente, ad esempio per cambiare traccia musicale. La vostra fantasia potrà fare il resto, ad esempio se siete in auto potreste vedere informazioni su velocità e altri dati del veicolo, come già in certi HUD sulle moderne auto. Tanto il telefono sarà sempre in carica tramite la dock, quindi il problema autonomia non si pone.

Un altro brevetto, approvato e pubblicato ad agosto 2019 ma già richiesto nel 2017 e nel 2016, descrive uno smartphone nel quale non è visibile alcuna fotocamera frontale. Verrebbe quindi da pensare che questa sia inclusa sotto al display, ed è così che Let’s Go Digital ha ricostruito il telefono inserito nella dock di cui sopra, basandosi appunto sulle informazioni contenute in quest’ultimo brevetto.

Il risultato è indubbiamente affascinante, e se ci pensate bene non è nemmeno così tanto futuristico: il suo design è particolare, ma in confronto a Mi MIX Alpha non è “niente”, e la dock con proiezione olografica non è certo impossibile, è solo poco comune perché accessori simili ora come ora sarebbero carissimi, basti pensare al telefono di RED. Questo non significa però che già Galaxy S11 potrà essere così, come azzarda nel titolo Let’s Go Digital, ma aspettate un paio di anni, e dovremmo esserci.