Quanto è grande Google Pixel 4 XL? La risposta a questa ed altre annose domande! (foto)

Nicola Ligas

Non passa giorno senza un nuovo leak dei Pixel 4, tanto che ormai viene da chiedersi cosa ci sia ancora da svelare. In realtà di cose da dire ce ne sarebbero, ma oggi concentriamoci su Pixel 4 XL e vediamolo a confronto con S10+ e Pixel 3a XL, scoprendo anche alcuni nuovi dettagli sul software. Dato che l’argomento è stato introdotto più e più volte (i due link qui sopra semmai possono servirvi per approfondire), per fare prima procederemo per punti.

  • Quanto è grande Pixel 4 XL? Praticamente quanto un S10+ ed un Pixel 3a XL. I primi scatti in galleria parlano da soli. La cornice superiore però è in buona parte responsabile di queste dimensioni generose, visto quanto è ampia, per contenere fotocamere, sensori per sblocco 3D e Project Soli.
  • Assistant è integrato nel sistema. Può sembrare una banalità, ma Google Assistant sui Pixel 4 è più parte integrante di Android di come non lo sia stato finora. Questo significa soprattutto che è più veloce perché gira sul dispositivo stesso, piuttosto che affidarsi per ogni minima cosa alla rete. In inglese, grazie alla conversazione continua, non è poi nemmeno necessario ripetere in continuazione la hotword “hey Google”, rendendone l’utilizzo molto più naturale.
  • Occhio al vostro gemello! Nelle impostazioni dello sblocco col volto c’è un avviso, che alcuni hanno frainteso come un’ammissione che la funzione non sia sicura. In realtà lo è, dato che può essere usata anche per autorizzare i pagamenti. La frase in questione è: “il vostro smartphone può essere sbloccato da qualcuno che sembri davvero voi, per esempio un gemello identico”. Dobbiamo davvero argomentare?
  • Ambient EQ. Una delle funzioni ampiamente anticipate dei Pixel 4 è il True Tone Display, o meglio la versione di Google dell’omonima funzione di Apple. In casa Android si chiamerà Ambient EQ, e servirà a bilanciare il colore dello schermo in base al livello della luce ambientale.
  • Active Edge è lì per restare. Vi piacciono i lati spremibili dei Pixel? Bene, perché non andranno da nessuna parte (ma nemmeno sembra si doteranno di nuove funzionalità).
  • Single SIM. Se speravate in un Pixel 4 dual-SIM rimarrete delusi. E non chiedeteci nemmeno dello slot microSD.

Più o meno le considerazioni finiscono qui. Sul link alla fonte Nextrift trovate anche alcuni sample della fotocamera frontale, ma non abbiamo intenzione di commentarli. Il software che gira su questi Pixel 4 è così pre-release che analizzarne le foto scattate non ha senso, considerando che la “magia” di Google è tutta software. Piccolo bonus: in fondo alla galleria trovate una piccola immagine promozionale resa nota dal @evleaks, che ci mostra nuovamente la colorazione panda/pinguino di Pixel 4, ed è in linea con un precedente video promozionale trapelato qualche tempo fa.

Fonte: Nextrift, Evan Blass (Twitter)