A risollevare le sorti di Wear OS sarà Xiaomi? Potrebbe esserci un Mi Watch all’orizzonte

Enrico Paccusse Abbiamo prove di una Mi Wear (companion app) e di un Mi Watch. Sono indizi sufficienti?

Wear OS (prima Android Wear) non sta navigando in buone acque, e a dirlo non siamo solo noi, ma anche i numeri. Quanti partner produttori di smartwatch ci sono ad utilizzare l’ecosistema di Google? Al momento, Fossil è l’unico rilevante.

Gli altri sono di second’ordine o comunque senza una grossa fetta di mercato. Ecco che però all’orizzonte si staglia una figura formata da due lettere, che sembra un po’ un miraggio e, magari, il messia in procinto di dare nuova linfa all’OS.

LEGGI ANCHE: Perché Google ha sbagliato tutto sul mondo degli smartwatch

Queste due lettere sono la M e la I, e sono sinonimo di Xiaomi. All’interno della più recente versione di Wear OS (v2.28) sono infatti comparsi dei riferimenti a Mi Wear, la companion app di Xiaomi destinata a fungere da interfaccia tra lo smartphone e lo smartwatch.

Non solo, secondo quanto riportato dall’analisi apk svolta da 9to5google, ci sono tracce di un nome ancora più chiaro ed inequivocabile, ovvero Mi Watch. Siamo all’alba di una rinascita per l’OS di Google? Xiaomi ha già conquistato il mondo dei wearable, ma la sua fame non sembra saziarsi.

Fonte: 9to5google