La scheda tecnica di Huawei Mate 30 Pro è quasi completa: super quad-camera, grande batteria e Android 10 (foto) (aggiornato)

Vincenzo Ronca -

I nuovi top di gamma Huawei verranno presentati ufficialmente tra pochi giorni, il prossimo 19 settembre a Monaco di Baviera, ma i leak sul loro conto non accennano ad arrestarsi. Nuovi dettagli sono trapelati sui prossimi Mate 30 che confermano quelli emersi in precedenza.

Le immagini riportate nella galleria in basso mostrano il supporto sul quale Mate 30 Pro verrà posizionato una volta che verrà commercializzato in Cina: la base rivela le principali caratteristiche tecniche corrispondenti al nuovo SoC Kirin 990, la quad-camera posteriore costituita da due sensori da 40 megapixel, uno da 8 megapixel telephoto ed un quarto sensore di profondità. Inoltre, dovremmo trovare una batteria di capienza pari a 4.500 mAh con supporto alla ricarica rapida a 40W in modalità cablata ed a 27W in modalità wireless.

LEGGI ANCHE: Android 10, la nostra recensione

La base di supporto mostrata in galleria conferma anche che i nuovi Huawei Mate 30 saranno aggiornati alla EMUI 10 basata su Android 10. Inoltre, riusciamo anche a scorgere la capacità della batteria della variante standard di Mate 30, la quale ammonterebbe a 4.200 mAh.

La terza immagine riportata in galleria mostra il retro di un Mate 30 Pro in colorazione verde: non sappiamo se la tonalità sia dovuta alla pellicola applicata sullo smartphone; sicuramente scorgiamo il pulsante power sulla sinistra in colorazione arancione.

Aggiornamento19/09/2019 ore 07:55

Aggiorniamo l’articolo con ulteriori nuovi dettagli appena trapelati su Huawei Mate 30. Le nuove immagini in galleria mostrano le quattro colorazioni previste per lo smartphone ed il modulo circolare posteriore che accoglie le fotocamere.

Inoltre, le successive immagini mostrano altre caratteristiche del dispositivo: ci sarà la certificazione IP68 per garantire la resistenza all’acqua e la funzionalità di ricarica wireless nei due sensi.

Via: SlashLeaks (1), (2), (3)Fonte: IT Home, Weibo