Huawei Mate 30 e Mate 30 Pro ufficiali: hanno tutto, tranne i servizi Google (foto e video)

Nicola Ligas - Hardware e fotocamere la fanno da padrone.

Si è appena concluso il lancio di Huawei Mate 30 e Mate 30 Pro, i due nuovi top di gamma dell’azienda cinese, che ancora una volta alzano l’asticella in materia di fotografia da smartphone, e non solo. Iniziamo come sempre dalla scheda tecnica, prima di lanciarci in altre considerazioni.

Caratteristiche Tecniche Huawei Mate 30

  • Schermo: 6,62” full HD+ (1.080 x 2.340 pixel) AMOLED
  • CPU: Kirin 990 con GPU Mali-G76 MP16
  • RAM: 8 GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 128 GB espandibile (con nanoSD)
  • Fotocamera posteriore:
    • principale: 40 megapixel, 27mm, f/1.8, RYYB, dimensioni 1/1,7”
    • grandangolo: 16 megapixel, 17mm, f/2.2
    • teleobiettivo: 8 megapixel, 80mm, zoom 3x, f/2.4, OIS
  • Fotocamera frontale: 24 megapixel, f/2.0
  • Connettività: hybrid dual SIM (nano SIM + nano SIM/nanoSD), Dual LTE, Wi-Fi 802.11 ac dual band, Bluetooth 5.1 LE, GPS (L1 + L5 dual band), NFC, USB 3.1 Type-C Gen1
  • Batteria: 4.200 mAh con ricarica rapida a 40W e wireless a 27W
  • Dimensioni: 160,8 x 76,1 x 8,4 mm
  • Peso: 196 grammi
  • Resistenza: IP53
  • OS: Android 10 con EMUI 10

Huawei Mate 30 è dotato di lettore di impronte sotto al display, ma non di sblocco con riconoscimento 3D del volto. È inoltre presente il jack audio da 3,5mm. Lo zoom ottico è un 3X su entrambi i modelli, 5x ibrido, 30x digitale. La distanza degli scatti macro è invece di appena 2,5 cm.

Caratteristiche Tecniche Huawei Mate 30 Pro

  • Schermo: 6,53” full HD+ (1.176 x 2.400 pixel) AMOLED, 100% DCI-P3
  • CPU: Kirin 990 con GPU Mali-G76 MP16
  • RAM: 8 GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 256 GB espandibile (con nanoSD)
  • Fotocamera posteriore:
    • principale: 40 megapixel, f/1.6, OIS, 27mm, RYYB, dimensioni 1/1,7”, formato 4:3
    • grandangolo: 40 megapixel “cine camera”, f/1.8. 18mm, RGGB, dimensioni 1/1,54”, formato 3:2
    • teleobiettivo: 8 megapixel, zoom 3x, f/2.4, OIS, 80mm
    • profondità: ToF
  • Fotocamera frontale: 32 megapixel, f/2.0
  • Connettività: hybrid dual SIM (nano SIM + nano SIM/nanoSD), Dual LTE, Wi-Fi 802.11 ac dual band, Bluetooth 5.1 LE, GPS (L1 + L5 dual band), NFC, USB 3.1 Type-C Gen1
  • Batteria: 4.500 mAh con ricarica rapida a 40W e wireless a 27W
  • Dimensioni: 158,1 x 73,1 x 8,8 mm
  • Peso: 198 grammi
  • Resistenza: IP68
  • OS: Android 10 con EMUI 10

Huawei Mate 30 Pro ha invece lo sblocco con riconoscimento 3D del volto, ed è privo di capsula auricolare (e di jack audio, per quel che vale). L’audio viene infatti propagato tramite vibrazioni dello schermo, come già abbiamo avuto modo di apprezzare su Huawei P30 Pro.

Aumenta la certificazione IP, che nel suo caso garantisce l’impermeabilità. E cambiano anche le fotocamere. Sul retro abbiamo un quarto sensore, di tipo tempo di volo, per il calcolo della distanza dei vari elementi della scena. In più il grandangolo è da ben 40 megapixel, ed ottimizzato in particolare per le riprese video, anche in condizioni di scarsa luminosità. Cresce anche il sensore frontale, che arriva a 32 megapixel. Sempre in materia di fotocamere, spicca il super (davvero super) slow motion a ben 7.680 fps, ma solo in risoluzione 720p. Salendo al full HD dovete accontentarvi di 960 fps. Ed essendo una Cine Camera non potevano mancare video in 4K@60fps.

Un altro punto indubbiamente forte è la presenza del nuovo SoC Kirin 990 che integra all’interno l’antenna 5G che permette sia connessione standalone che non-standalone. Chiariamo però che la versione 5G è separata da quella 4G, ovvero non tutti i Mate 30 avranno accesso alla rete di ultima generazione.

C’è un aspetto molto interessante anche sulla back cover. La metà inferiore è satinata e non trattiene le impronte, e diventa lucida via via che ci spostiamo verso l’alto, dove c’è il comparto fotografico, che quindi “brilla” di più. Questa garantisce un’area libera da antiestetiche impronte laddove impugneremo lo smartphone, senza rinunciare ai bei riflessi di una superficie glossy.

Lo schermo “horizon” che spiove fino a quasi 90° (88, per la precisione) su entrambi i lati dello smartphone dona poi un look unico a Mate 30 Pro, facendo di fatto scomparire i bordi laterali. Su Mate 30, quegli stessi bordi misurano invece 2,8 mm: molto compatti comunque, ma non invisibili. Per quanto riguarda la cornice inferiore abbiamo 4mm su Mate 30, 4,2mm su Mate 30 Pro; quella superiore è invece di 4 mm su Mate 30 e 4,8 mm su Mate 30 Pro. L’adozione di un profilo metallico più pronunciato su Mate 30 Pro le fa però apparire inferiori in dimensioni.

La particolarità “spiovente” dello schermo di Mate 30 Pro ha poi provocato la rimozione del bilanciere del volume (il tasto di accensione si trova comunque sul profilo destro), che adesso si attiva con un doppio tocco sul bordo, e pote scorrendo il dito sul fianco. Potete configurare questa funzione sia dal lato destro che sinistro (ma non simultaneamente) e sembra andare molto bene, tra l’altro con una vibrazione molto efficace mentre scorrete il dito per regolare il volume.

Lo smartphone arriverà in commercio con Android 10 e EMUI 10 e senza i servizi Google. Al momento Huawei non si esprime ulteriormente sulla questione, ma sicuramente sarà possibile installare le Google App in qualche modo, manualmente. Huawei suggerisce che nei telefoni si troverà lo store AppGallery, ma non crediamo che i servizi Google potranno installarsi tramite questo canale. Ovviamente non è un addio definitivo a Google, in quanto Huawei conferma ancora una volta di voler continuare a collaborare con l’azienda per tutti i telefoni presenti e futuri.

Per approfondire le novità della EMUI 10, potete guardare il nostro video su P30 e leggere questo articolo con l’elenco delle principali novità. Inoltre qui sotto, a fine articolo, trovate un breve video ufficiale riassuntivo.

Uscita e Prezzo

Huawei Mate 30 e Mate 30 Pro, lanciati nelle colorazioni space silver, emerald green, cosmic purple e black, ed anche in due varianti in vegan leather (forest green ed orange), saranno disponibili in Europa entro fine anno. Impossibile dire con certezza se arriveranno entrambi o solo uno dei due, ma se dovessimo esprimere un parere ci sbilanceremmo a favore del Pro. In ogni caso l’azienda ha già comunicato i prezzi ufficiali, pur non fornendo una data di lancio precisa.

  • 799 euro per Mate 30
  • 1.099 euro per Mate 30 Pro
  • 1.199 euro per Mate 30 Pro 5G
  • 2.095 euro per Porsche Design Mate 30 RS (12 GB di RAM e 512 GB di storage, oltre a personalizzazioni software ed estetiche in chiave Porsche Design, come del resto già visto sulle passate edizioni)

Qui sotto trovate la nostra video anteprima realizzata live subito dopo la conferenza stampa. Perdonate le condizioni, ma era per portarvi i contenuti il più veloce possibile.

Anteprima Live

Video ufficiali

Immagini Stampa