Samsung brevetta il primo smartphone con display estensibile: ci sono speranze per vederlo come Galaxy S11+? (foto)

Vincenzo Ronca

Samsung è sempre a lavoro su nuove soluzioni per il suo settore smartphone, uno tra quelli di maggior successo e apprezzamento da parte del mercato, e per i suoi prossimi top di gamma ci aspettiamo grandi cose, come di consueto. Nelle ultime ore è emerso un brevetto che potrebbe far sognare chi aspetta Galaxy S11.

Sappiamo già con relativa sicurezza che i prossimi Galaxy S11 integreranno un modulo fotografico inedito, che apporterà significativi miglioramenti rispetto al passato. Questo potrebbe non essere l’unico valore aggiunto dei prossimi top di gamma Samsung: uno dei più recenti brevetti del produttore sudcoreano ha come protagonista un dispositivo con display estensibile nel suo senso verticale, grazie ad uno slider.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy A10, la recensione

Come potete vedere dai render realizzati da LetsGoDigital, lo smartphone presenterebbe un display con bordi molto arrotondati, a cascata, e sarebbe flessibile in modo da permettere la sua estensibilità. Le due configurazioni che può assumere il device offrirebbero una maggiore versatilità. L’estensione dello schermo dovrebbe essere circa un quarto della sua estensione iniziale. Per chiudersi il display si arrotolerebbe su sé stesso, e presenterebbe i bordi arrotondati solo relativamente alla sua estensione supplementare.

Il modulo delle fotocamere posteriori sarebbe posizionato nella parte superiore della scocca, e dunque per usarle sarebbe necessario svolgere completamente l’estensione del dispositivo. L’altoparlante, la fotocamera anteriore ed i classici sensori anteriori sono alloggiati nel bordo superiore, senza particolari innovazioni di design.

I render che vedete sono stati sviluppati a partire dalla base di Galaxy S10 e Galaxy S10+, posizionando i tasti fisici come visto su questi dispositivi in commercio. Chiaramente Samsung, che detiene il brevetto pubblicato dal USPTO, potrà scegliere soluzioni diverse per concretizzarlo. Sarà questo il caso del prossimo Galaxy S11 o S11+? Difficile dirlo, dati i tempi stretti non vediamo molto probabile che Samsung decida di usare questo brevetto nell’immediato.

brevetti