Private Clipboard aiuta a mantenere la privacy degli appunti anche a chi non ha Android 10

Roberto Artigiani

Una delle piccole novità arrivate in punta di piedi con l’ultima versione di Android è la restrizione all’accesso dei dati contenuti nella clipboard degli appunti. Prima di Android 10 infatti tutte le app potevano leggerne il contenuto in background senza alcun permesso specifico. In questo modo qualsiasi dato fosse stato copiato-incollato poteva essere visualizzato anche se si trattava di indirizzi, numeri di telefono, password o numeri di carta di credito.

Se avete la fortuna di essere tra i pochi che già possono vantare di avere l’ultima release del robottino verde potete dormire sonni tranquilli: è stato introdotto un nuovo permesso dedicato che concede l’accesso in background alla clipboard solamente alle app di sistema – mantenendo ovviamente quello per le app in primo piano. Se invece il vostro telefono è equipaggiato con Android Pie o una versione precedente da oggi potete sfruttare una piccola app per ottenere il medesimo risultato.

LEGGI ANCHE: Honor Play 3e ufficiale

Uno dei membri del team XDA ha creato Private Clipboard che in poche parole si sostituisce alla clipboard di sistema limitando l’accesso ai dati copiati-incollati. Non potendo sfruttare il nuovo permesso infatti questo stratagemma è necessario per mantenere la privacy dei dati. Dopo l’installazione dovrete fare attenzione, nel momento in cui selezionerete del testo, a non usare la voce “copia” nel menù di sistema, ma dovrete tappare i tre puntini e selezionare “copia in Private Clipboard”. La stessa operazione ovviamente si rende necessaria nel momento in cui incollerete il testo.

Il meccanismo è davvero semplice anche se richiede una certa dose di attenzione, visto che inevitabilmente i primi tempi il dito tenderà a muoversi sulle vecchie posizioni. L’app è disponibile sul forum XDA, non richiede alcun permesso particolare e funziona a partire da Android Marshmallow – o Android 6 se preferite il nuovo corso.

Via: XDA Developers