La famiglia Huawei Mate 30 potrebbe non arrivare proprio in Europa

Nicola Ligas Secondo fonti non ufficiali, ci sarebbe solo una lieve speranza per alcuni mercati.

L’intera serie Mate 30, composta dall’omonimo modello, dalla variate Pro e da quella Lite, potrebbe non essere disponibile in “Europa Centrale“. Questo è quanto appreso da Let’s Go Digital, un noto media olandese, che cita due diverse fonti indipendenti, interne a Huawei. La motivazione è presto detta: l’assenza delle app di Google, per le quali l’azienda cinese non ha ottenuto la certificazione, in seguito al ban imposto dal Governo Trump. Huawei avrebbe insomma realizzato che lanciare un top di gamma in Europa senza i servizi Google sarebbe stato inutile.

C’è tuttavia una lieve possibilità che i nuovi Mate 30 possano essere lanciati solo in alcuni mercati europei. Si tratta di decisioni ad hoc, che probabilmente non sono ancora impresse nella pietra. Per dovere di cronaca, chiariamo che l’Europa viene divisa in due aree da Huawei: quella centrale, della quale fa parte anche l’Italia, e quella orientale, per la quale la medesima fonte non ha ottenuto alcuna informazione.

Se le cose stessero davvero come riportato da Let’s Go Digital, dubitiamo che potrebbe esserci un’eccezione per l’Italia. Occorre però sottolineare che la fonte olandese non è molto nota per i suoi insider, quanto per brevetti e rendering accurati. In ogni caso nulla ci garantisce che le cose non possano cambiare nel corso del tempo, e considerando che la presentazione della serie Mate 30 è fissata per il 19 settembre, tra un paio giorni ne sapremo senz’altro di più.