Le ultime sui 4 nuovi Mate 30 a pochi giorni dal lancio (sì 4, non ve ne stavate mica dimenticando uno, vero?)

Edoardo Carlo Ceretti

Mancano soltanto 3 giorni al 19 settembre, data scelta da Huawei per l’evento di presentazione della nuova gamma Mate 30. Nonostante dunque l’annuncio ufficiale sia ad un passo, non smettono di trapelare informazioni sul conto dei nuovi smartphone, che non saranno soltanto 3, bensì 4 – come gli anni scorsi, d’altronde.

Huawei Mate 30 Pro

A prendersi la scena sarà senza dubbio Mate 30 Pro, la punta di diamante di Huawei per il periodo a cavallo fra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. Come di consueto, grande attenzione sarà riservata al comparto fotografico: saranno 4 le fotocamera posteriori, con un sensore principale da 40 megapixel, un altro con la stessa risoluzione e lenti ultra grandangolari, uno da 8 megapixel con teleobiettivo zoom 3x e un sensore ToF. Frontalmente ci sarà una doppia fotocamera – una principale da 32 megapixel, affiancata da una ultra grandangolare – inserita nell’ampio notch che ospiterà anche i sensori necessari per il riconoscimento 3D del volto.

Le immagini odierne mostrano anche la curvatura del display, che sembra decisamente accentuata, ma occorrerà attendere di vederlo dal vivo per farci un’idea più puntuale. Ampiamente noto anche il nuovo chip Kirin 990 coadiuvato da RAM fino a 8 GB e da memoria interna fino a 512 GB, mentre la batteria sarà da 4.500 mAh con ricarica ultra rapida fino a 40 W (e ricarica wireless rapida fino a 27 W). Il lettore di impronte sarà integrato nel display e a bordo ci sarà Android 10 personalizzato con la nuova EMUI 10, senza tuttavia le Google App.

Huawei Mate 30

Mate 30 riprende design e specifiche del fratello maggiore, ma le ripropone in tono minore, come ormai Huawei ci ha abituato. Confermato il modulo fotografico circolare posteriore, ma i 4 sensori attesi saranno di qualità inferiore. Frontalmente, ci saranno sempre 2 fotocamere, ma non i sensori per il riconoscimento 3D del volto (a tutto vantaggio delle dimensioni più contenute del notch). Il display dovrebbe essere caratterizzato da una risoluzione inferiore (full HD+) e dall’assenza della curvatura sui bordi. Ci sarà anche il Kirin 990 con supporto al 5G, ma la RAM dovrebbe fermarsi a 6 GB.

Huawei Mate 30 Lite

Quest’anno ci sarà spazio anche per Mate 30 Lite, che è riuscito a tenere duro e a non essere svelato con largo anticipo rispetto ai fratelloni. Come di consueto, si tratterà di uno smartphone di fascia media, con un design che ricorda più la serie Mate 20 che quella nuova, caratterizzato anche da un foro nel display da 6,39″ per alloggiare la singola fotocamera frontale. Al posteriore dovrebbero esserci ben 4 fotocamere da 48 + 8 (ultra grandangolare) + 2 (per le macro) + 2 (profondità) megapixel. Ad animare il dispositivo sarà il Kirin 810, mentre la batteria sarà da ben 4.000 mAh.

Huawei Mate 30 Porsche Design

Infine, l’edizione di lusso della serie Mate 30, che qualcuno potrebbe essersi dimenticato, ma che sarà presente sul palco dell’evento, come ogni anno. In termini di specifiche, Mate 30 Porsche Design non dovrebbe differire da Mate 30 Pro, forse con l’aggiunta di un taglio di RAM da 12 GB. La grande differenza risiederà nel design, particolarmente esclusivo grazie alle finiture in vera pelle. Anche il prezzo però sarà altrettanto esclusivo.

Via: Phone ArenaFonte: Evan Blass (Twitter)