Confronto top economici: OnePlus 7 vs Xiaomi Mi 9T Pro vs ASUS Zenfone 6 (video)

Emanuele Cisotti -

Vi avevamo anticipato questo confronto qualche giorno fa quando vi avevamo chiesto di votare le migliori foto da uno smartphone top di gamma economico, senza svelarvi quali fossero questi smartphone. Troverete i risultati dei vostri voti piĂą sotto, ma intanto sveliamo i contendenti di oggi: ASUS Zenfone 6, Xiaomi Mi 9T Pro e OnePlus 7.

Trovate il video a fine articolo.

Oltre a questi tre dispositivi abbiamo voluto tirare in ballo anche un quarto contendente ad arricchire l’arena. Abbiamo scelto OPPO Reno che ha specifiche molto simili agli altri tre dispositivi, inclusa la dimensione del display, le dimensioni ed il peso, oltre che avere un prezzo perfettamente allineato. Anche l’hardware è simile, benché il processore sia uno Snapdragon 710 invece dello Snapdragon 855 di fascia alta degli altri dispositivi.

Iniziando il confronto è proprio OPPO Reno a prendersi il primo punto, ovvero quello della qualità costruttiva e del design. OPPO ha avuto il coraggio di innovare e investire in questi termini realizzando uno smartphone migliore di molti dispositivi nella fascia dei 1000€ per scelte costruttive ed estetiche. Gli altri smartphone sono comunque molto belli e ognuno si distingue per una sua caratteristica particolare, lasciando forse solo OnePlus 7 con un design più “classico”, ma molto elegante. Nessuno degli smartphone purtroppo è resistente ad acqua e polvere. Includiamo nel design anche le considerazioni sulla fotocamera frontale: nascosta su tutti i modelli ad esclusione di OnePlus 7 dove fa capolino con un piccolo notch a goccia dentro al display. Gli altri hanno tutti un sistema meccanico per far comparire le fotocamere.

Se parliamo di batterie invece non c’è molta storia. Benché il più veloce a caricarsi sia Xiaomi Mi 9T Pro con la sua ricarica rapida a 27W, è ASUS Zenfone 6 lo smartphone da scegliere se l’autonomia è la prima cosa che vi interessa in uno smartphone (e sembra essere così da un nostro recente sondaggio). Sugli schermi non c’è invece molto da dire. Sono tutti da 6,4 pollici (circa) con una risoluzione FullHD+. Ad esclusione di ASUS, sono tutti pannelli AMOLED. La differenza si vede sopratutto in termini di luminosità massima e di resa dei colori scuri con poca luce, ma nell’utilizzo quotidiano ammettiamo di non aver riscontrato particolari criticità rispetto alla concorrenza.

Le fotocamere sono indubbiamente un discorso molto ampio, sviscerato sicuramente meglio nel video che trovate in questo articolo. Tutti hanno all’interno una fotocamera principale da 48 megapixel, ma OnePlus è l’unico che la offre con lo stabilizzatore ottico. Quest’ultimo, assieme a OPPO Reno hanno poi una seconda fotocamera da 5 megapixel per l’effetto bokeh. ASUS Zenfone 6 include invece una seconda camera da 13 megapixel grandangolare, la stessa che troviamo anche su Xiaomi Mi 9T, dove però c’è anche un terzo sensore: un 8 megapixel zoom 2x. Indubbiamente la soluzione proposta da Xiaomi è la più completa e se andiamo a rivedere le foto è anche lo smartphone che nel complesso ha ricevuto più apprezzamento da noi. Solo poco sotto troviamo ASUS Zenfone 6 che dalla sua ha però un sistema che ribalta la fotocamera e vi permette di utilizzarla per i selfie, dove batte ampiamente la concorrenza. A seguire trovate tutti i sample scattati con gli smartphone.

Come abbiamo detto solo OPPO non include il processore top di gamma Snapdragon e benché la differenza non sia troppo palese nell’utilizzo quotidiano i nostri test (li trovate nel video) dimostrano comunque un bel vantaggio degli altri tre smartphone. Questo dispositivo monta poi 6 GB di RAM. Tutti partono da questa base di memoria RAM, ma ASUS e OnePlus offrono anche varianti con 8 GB di RAM, quelle da noi considerate nel test, anche in rapporto al prezzo. La memoria interna è espandibile solo su ASUS, mentre l’unico a offrire 128 GB di memoria invece di 256 sui dispositivi considerati è Xiaomi.

Sui software ci sarebbe indubbiamente troppo da dire e per questo vi rimandiamo alle singole recensioni (ASUS – OPPO – Xiaomi – OnePlus). Abbiamo comunque voluto premiare “virtualmente” OnePlus per il suo software stock “arricchito” dalla OxygenOS e segnaliamo come sia indubbiamente lo smartphone da scegliere fra questi quattro se gli aggiornamenti sono per voi fondamentali.

Infine qualche ultima nota sull’hardware: ASUS Zenfone 6 è l’unico con un lettore di impronte digitali classico, posizionato sul retro, mentre OnePlus 7 è l’unico senza jack audio. Allo stesso modo lo smartphone OnePlus è anche l’unico con l’uscita video USB-C 3.1 e lo switch fisico per le suonerie. Zenfone 6 include invece un tasto per Google Assistant riprogrammabile.

Arriviamo al capitolo dei prezzi. Considerando le versioni da noi scelte in ordine crescente troveremmo Xiaomi Mi 9T Pro (449€), OPPO Reno (499€), ASUS Zenfone 6 (599€) e OnePlus 7 (609€). Se invece vorreste accontentarvi delle versioni base di ASUS e OnePlus, la classifica cambierebbe così: Xiaomi Mi 9T Pro (449€), OPPO Reno / ASUS Zenfone 6 (499€) e OnePlus 7 (559€). Di questi solo OPPO ha subito un minimo di calo di prezzo, mentre gli altri due dispositivi sono quasi disponibili solo a prezzo pieno.



Vi lasciamo infine con i risultati delle votazioni delle foto che avete votato voi.

  1. Xiaomi 57,7% (C) – OPPO 22,1% (A) – ASUS 10,6% (B) – OnePlus 9,6% (D)
  2. Xiaomi 49% (A) – OPPO 22,1% (C) – OnePlus 17,3% (B) – ASUS 11,5% (D)
  3. ASUS 42,3% (A) – OnePlus 26% (C) – Xiaomi 16,3% (B) – OPPO 15,4% (D)
  4. OPPO 53,6% (B) – OnePlus 24% (A) – ASUS 11,5% (C) – Xiaomi 10,6% (D)
  5. ASUS 39,4% (A) – Xiaomi 28,8% (B) – OnePlus 26% (C) – OPPO 5,8% (D)
  6. Xiaomi 30,8% (B) – OnePlus 28,8% (C) – ASUS 25% (A) – OPPO 15,4% (D)
  7. OPPO 47,1% (A) – OnePlus 21,2% (D) – ASUS 18,3% (B) – Xiaomi 13,5% (C)
  8. OnePlus 57,7% (A) – Xiaomi 15,4% (B) – OPPO 14,4% (C) – ASUS 13,5% (D)
  9. ASUS 32,7% (C) – Xiaomi 26,9% (A) – OnePlus 24% (B) – OPPO 16,3% (D)
  10. OnePlus 75% (D) – Xiaomi 11,5% (C) – OPPO 8,7% (A) – ASUS 4,8% (B)
  11. OnePlus 81,7% (C) – ASUS 7,7% (A) – OPPO 6,7% (D) – Xiaomi 3,8% (B)
  12. OPPO 30,8% (C) – ASUS 29,8% (A) – Xiaomi 26% (D) – OnePlus 13,5% (B)
  13. OnePlus 63,5% (B) – OPPO 15,4% (C) – Xiaomi 13,5% (A) – ASUS 7,7% (D)

I dati dicono che solo OnePlus ha primeggiato 4 volte con le 3 volte a testa per OPPO, ASUS e Xiaomi. Se si somma le percentuali l’ordine finale sarebbe: OnePlus 468,3 punti, Xiaomi 303,8 punti, OPPO 274 punti e ASUS 253,8 punti. Risultati nel complesso abbastanza diversi da quelli che abbiamo dato noi nel nostro video dove fra tutti sceglieremmo gli smartphone ASUS e Xiaomi per la fotocamera, dando forse lieve preferenza quest’ultimo. Oppure a Zenfone 6 se vi interessano molto i selfie.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.