Huawei Mate X arriverà a novembre e seguirà le orme di Mate 30: Android sì, app Google no

Roberto Artigiani

Non si può certo dire che Huawei si trovi in una posizione invidiabile, anzi. Nonostante il ban emesso dagli USA sia stato in qualche modo alleggerito, all’azienda cinese è ancora vietato commercializzare prodotti che usano prodotti o servizi “made in US”. In questo senso il lancio di Mate 30 potrebbe aver tracciato il solco per gli altri che seguiranno – almeno a breve.

In attesa di capire se la situazione potrà tornare alla normalità o se al contrario Huawei sarà costretta ad abbandonare anche Android, l’azienda non può fare altro che eliminare le tanto amate app Google dai suoi nuovi dispositivi. Non fa eccezione a questa regola nemmeno Mate X, pur essendo stato presentato per la prima volta mesi prima del ban.

LEGGI ANCHE: Nuova conferma per i Pixel 4 con solo 4 GB di RAM

La poco piacevole notizia aveva iniziato a circolare come ragionevole timore qualche giorno fa ed è stata confermata oggi stesso da un nuovo report che menziona il primo pieghevole Huawei accanto a Mate 30. Nonostante la “tegola”, Mate X dovrebbe fare il suo ingresso sui mercati di tutto il mondo entro novembre, come dichiarato all’IFA da Richard Yu. La notizia però potrebbe rappresentare una pesante zavorra per un dispositivo destinato a costare ben più di 2.000€ e privo di alcune delle applicazioni più utilizzate in assoluto dagli utenti Android.

Via: 9 To 5 GoogleFonte: Nikkei