Privacy: Google ha smesso di condividere dati sulla connessione degli smartphone Android con gli operatori

Roberto Artigiani

L’avvento della nuova normativa europea (GDPR) e il conseguente aumento delle attenzioni attorno alla Privacy degli utenti, avvenuto negli ultimi tempi, sta davvero cambiando l’atteggiamento delle aziende? Rispondere a questa domanda non è semplice, però almeno in questo caso la risposta sembra essere affermativa. Stando a quanto riporta Reuters infatti Google ha deciso di smettere la condivisione di alcune informazioni riguardanti la connessione degli smartphone Android con gli operatori telefonici.

Per la precisione si trattava di dati sulla potenza del segnale e sulla velocità di trasmissione localizzati sul territorio. Questi dettagli venivano raccolti, dal programma Mobile Network Insights lanciato nel marzo 2017, solamente per quegli utenti che avevano attivato la cronologia dei luoghi e accettato di inviare dati diagnostici a Google per migliorare la Rete. Gli operatori telefonici che partecipavano al programma ricevevano queste informazioni in forma anonima e in cambio avrebbero dovuto migliorare le loro connessioni.

LEGGI ANCHE: OnePlus 7T arriverà il 15 ottobre

Anche se la notizia è arrivata da ben quattro persone direttamente informate dei fatti, non è del tutto chiara quale sia la motivazione alla base della decisione. Un portavoce di Mountain View ha dichiarato che è legata a diverse priorità di prodotto, mentre altri hanno indicato una scarsa collaborazione da parte delle aziende di telecomunicazione. Ma a spingere Google potrebbe essere stata determinante la preoccupazione per come questi dati venivano gestiti e i relativi timori di una nuova investigazione da parte delle Autorità.

Via: EngadgetFonte: Reuters