Huawei Mate X ricomincia la sua scalata: rieccolo transitare dal TENAA, con qualche piccola modifica (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

In settimana, Huawei ha comunicato ufficialmente il nuovo rinvio del lancio di Mate X, il suo primo travagliato dispositivo pieghevole, inizialmente previsto per giugno. Secondo i più informati, non lo vedremo sul mercato prima di novembre e i motivi di questo ennesimo ritardo sarebbero da ricercare nella necessità di apportare modifiche volte a scongiurare il fiasco in cui è incappata Samsung, con la falsa partenza di Galaxy Fold. Sulla natura di queste modifiche, potremmo avere qualche indizio grazie al TENAA.

Nei mesi scorsi, in vista del lancio che non è mai avvenuto, Mate X era già transitato dall’ente di certificazione cinese, ma i cambiamenti a cui Huawei l’ha sottoposto hanno evidentemente richiesto un nuovo passaggio obbligato. Come di consueto, il TENAA ha pubblicato anche una serie di scatti che ritraggono il dispositivo, da cui si può desumere almeno una differenza rispetto al prototipo mostrato dal produttore cinese al MWC e nei mesi seguenti.

LEGGI ANCHE: 7 giorni con… Huawei P30 Pro (video)

Si tratta del tasto di accensione posto nella sezione che ospita anche le fotocamere, ora apparentemente più a filo con la scocca e contrassegnato da una linea rossa, che lo rende più visibile. Senza poterlo toccare con mano, non è possibile rendersi conto di eventuali altri accorgimenti apportati, anche se alcuni report sostengono che Huawei si sia concentrata sulla cerniera, rendendola più solida.

È difficile dire se questa nuova certificazione TENAA di Mate X sia il preludio ad una commercializzazione anticipata in Cina, utile per saggiare la bontà del progetto e terminarne il collaudo in vista del lancio internazionale, oppure se Huawei non voglia in nessun caso forzare la mano e preferisca prendersi tutto il tempo per essere sicura di evitare altri guai. Nelle prossime settimane ne sapremo sicuramente di più.

Via: Huawei Central