Huawei Mate 30 e Mate 30 Pro verso la presentazione il 19 settembre con a bordo l’inedito Kirin 990

Edoardo Carlo Ceretti Questa volta però Mate 30 Lite potrebbe passare molto meno in sordina, perché secondo le voci sarà il primo smartphone su cui debutterà il nuovo sistema operativo proprietario HarmonyOS (quantomeno in Cina).

Giunge dalla Russia una voce che, se confermata, è destinata a creare scalpore e generare attesa fra gli appassionati. Wang Chenglu – presidente della divisione Consumer Business Software di Huawei – avrebbe ai colleghi di Hi-Tech che i nuovi Mate 30 e Mate 30 Pro saranno svelati ufficialmente il prossimo 19 settembre, di fatto con un mese di anticipo rispetto a quanto successo l’anno passato per la serie Mate 20.

Ma c’è di più: sempre secondo quanto comunicato da Wang Chenglu, i nuovi smartphone top di gamma di Huawei integreranno un chip di nuova generazione, che si chiamerà Kirin 990. Da molti mesi si vocifera sul SoC destinato alla serie Mate 30, ma fin qui si era parlato di Kirin 985. Sarà curioso capire se questo cambio di denominazione sia dovuto soltanto a motivi di marketing, oppure se qualcosa di più sostanzioso stia bollendo in pentola.

LEGGI ANCHE: Tutto su Android 10 Q

Confermato poi che la serie Mate 30 sancirà il debutto della neo-svelata EMUI 10, basata direttamente su Android 10 Q. Tuttavia, a causa della partita ancora aperta sul ban USA inflitto a Huawei, non dovrebbero esserci i servizi Google pre-installati. Ecco dunque che, questa volta, Mate 30 Lite potrebbe assumere una risonanza vicina, se non pari, a quella dei fratelli maggiori, dato che potrebbe essere il primo smartphone in assoluto ad essere equipaggiato con HarmonyOS, anche se probabilmente solo in Cina. Tanta carne al fuoco dunque e la curiosità è già alle stelle.

Via: GSM Arena