Ma Prime Video per Android TV è poi arrivato? Sì, ma è lì l’intoppo

Edoardo Carlo Ceretti Come il grande Bardo direbbe. [bonus cit.]

Lo scoppio della pace fra Google e Amazon è stata una delle notizie più importanti del mese di luglio. La fine della faida, che stava logorando i due colossi, a tutto svantaggio degli utenti stessi, ha portato in dote novità importanti: il ritorno dell’app YouTube su Fire TV e il debutto dell’app Prime Video su Chromecast e Android TV. Ma è poi andata proprio così?

Nei primi due casi sì, tutto è filato liscio come l’olio, mentre per Android TV la situazione è decisamente più complessa, per un motivo molto semplice: la disponibilità iniziale di Prime Video non passa dal Play Store, come tutti ci saremmo immaginati, bensì da un aggiornamento software da parte del produttore del dispositivo Android TV in questione. Una volta resa disponibile nel firmware, l’app potrà poi attingere dal Play Store per i successivi aggiornamenti, ma il primo passo spetta appunto ai produttori.

LEGGI ANCHE: Le migliori novità di agosto 2019 su Amazon Prime Video

Si tratta di un intoppo non da poco, perché la lentezza degli aggiornamenti di sistema è endemica anche (se non di più) su Android TV, dunque potrebbe volerci ben più del previsto per poter sfruttare Prime Video sulla propria TV in salotto. Una situazione frustrante, dato che l’accordo fra Google e Amazon è ufficiale da tempo e ci sarebbero tutti i presupposti per goderne i frutti. Sulla vostra Android TV l’avete già l’app di Prime Video, oppure siete ancora in attesa?

Via: 9to5 Google
App Android TV