Si può migliorare il meglio? I Mate 30 si preparano a scalzare Huawei P30 Pro dalla vetta di DxO Mark (foto)

Roberto Artigiani

Negli ultimi anni Huawei ha lavorato sodo sul comparto fotografico dei suoi top di gamma e con P30 Pro è riuscita a mettere a segno un gran risultato. Lo smartphone infatti risulta tra i migliori per scattare foto ed è ancora oggi in cima alla classifica stilata da DxO Mark. I prossimi Mate 30 però si starebbero preparando per prendere il suo posto.

Stando a un brevetto registrato agli uffici dell’Unione Europea e del Regno Unito Huawei ha registrato il termine “SuperSensing”, ragionevolmente per utilizzarlo sugli smartphone il cui lancio è previsto per l’autunno. L’espressione era già stata usata per descrivere il comparto fotografico di Huawei P30 e P30 Pro. Questa informazione unita alle ultime specifiche dei sensori con cui saranno equipaggiati Mate 30 e Mate 30 Pro lascia proprio sperare per il meglio.

LEGGI ANCHE: Files Google riceve tema scuro e controlli di riproduzione

Il sistema implementato sui P30 infatti consente alla fotocamera principale SuperSpectrum da 40 MP di lavorare insieme all’ISP (Image Signal Processor) e al SoC Kirin 980 per catturare fino al 40% di luce in più e avere quindi immagini più dettagliate e definite. La stessa tecnologia potrebbe quindi vedere la luce sui prossimi Mate 30 che però dovrebbero avere ben due sensori da 40 MP di cui uno grandangolare. Continuate a seguirci per rimanere aggiornati sul tema.

Via: GizChina
brevettiDxOMark