LG e Sony hanno qualche difficoltà a vendere smartphone

Lorenzo Delli

Secondo quanto abbiamo riportato poco fa su MobileWorld.it, le vendite di smartphone cinesi stanno andando alla grande. Oltre il 40% del mercato è “controllato” da marchi quali Xiaomi, OPPO, Vivo, Lenovo, Realme e altri, e nel frattempo marchi come Samsung e Huawei continuano a crescere. In Corea (tralasciando Samsung) e in Giappone però le cose non vanno così bene.

LG e Sony nell’ultimo quarto hanno registrato cali piuttosto sensibili. Secondo quanto riportato da LG, le vendite della divisione smartphone sono calate del 21% rispetto al Q2 del 2018. Sony anche peggio: un calo del 30% sempre rispetto al Q2 2018. LG incolpa il rallentamento delle vendite di modelli 4G premium e la competizione sul mercato sempre più agguerrita. Sony nel frattempo ha ridotto le previsioni di vendita da 5 a 4 milioni di smartphone per questo 2019 (fonte: Bloomberg). A ben pensarci 4 o 5 milioni di smartphone venduti sono davvero pochi, considerato ad esempio che Redmi Note 7 di Xiaomi registrava a luglio 15 milioni di unità spedite in tutto il mondo.

C’entra qualcosa la qualità degli smartphone dei due marchi o è davvero la competizione? Per quanto riguarda la qualità non sembrerebbero esserci problemi, visto che anche gli ultimi smartphone recensiti qui su AndroidWorld (LG G8s e Sony Xperia 1) si sono meritati voti superiori ad 8. Il problema è quindi davvero da ricercarsi nella competizione sempre più agguerrita (specialmente nei prezzi) e, come spesso dicono anche i nostri utenti, nel marketing meno aggressivo. D’altronde LG e Sony sono colossi che non si basano unicamente sulla divisione mobile, gli sforzi sono sicuramente concentrati altrove.

Fonte: The Verge