Google conferma con un video le voci su Project Soli e Face ID su Pixel 4 (foto e video)

Roberto Artigiani

Un paio di settimane fa, forti dell’analisi delle immagini del fronte dei nuovi Pixel 4, hanno iniziato a circolare le prime voci sostenute sulla possibilità di vedere Project Soli su prossimi telefoni “made by Google”, ma rimanevano perplessità sulla presenza dei sensori necessari allo sblocco facciale. Oggi BigG, con un’altra mossa a sorpresa, ha deciso di smontare tutte le ipotesi e tutto il chiacchiericcio che circondava queste due caratteristiche con un video ufficiale.

Il filmato – che potete ammirare anche qui, alla fine dell’articolo – è piuttosto breve, ma dura quanto basta a confermare Face ID e Project Soli! Per l’occasione le nuove “gesture no touch” vengono ribattezzate “Motion Sense” però Mountain View specifica che non sarà disponibile in tutti i Paesi in cui saranno commercializzato i Pixel 4. Con un post sul blog ufficiale Google elargisce ulteriori dettagli: Motion Sense permetterà di saltare tracce audio, spegnere la sveglia e silenziare le chiamate tutto senza mai toccare lo smartphone. Queste prime funzionalità verranno poi raffinate e arricchite nel corso del tempo.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 10 si tinge di rosa

Nuovi dettagli anche per la funzione di sblocco facciale che viene potenziato dal radar di Project Soli/Motion Sense che riconosce la prossimità del viso e attiva il modulo di riconoscimento. Questo permetterà all’operazione di riconoscimento di avvenire in tempi molto più rapidi rispetto al passato, ma soprattutto garantirà il funzionamento a prescindere dall’orientamento del telefono (anche sottosopra specificano). Inoltre, un po’ come già avviene con iOS, si potrà usare Face ID anche per autorizzare pagamenti e autenticarsi sulle app.

Infine una nota sulla Privacy: Google specifica che né le informazioni per il riconoscimento facciale né quelle per le gesture saranno condivise mai con nessuno. Anzi, tutti i dati non lasceranno mai il dispositivo e rimarranno conservati all’interno del processore dedicato alla sicurezza, Titan M, processati dal telefono stesso e senza alcuna condivisione con altri servizi di Mountain View. Che ne dite, vi attirano queste nuove funzioni?

Via: RedditFonte: Google