Che cosa hanno in comune Galaxy Note 9, Galaxy S9/S9+ e Galaxy S4/S4 Active? La LineageOS 16 (non ufficiale)

Edoardo Carlo Ceretti

Gli smartphone top di gamma Samsung ogni anno raccolgono il consenso di milioni di utenti, grazie ad un design curato e distinguibile, un hardware sempre all’avanguardia e un comparto fotografico di riferimento. Addentrandoci però nella comunità di sviluppo indipendente, la situazione si capovolge – specialmente se si parla delle varianti europee dotate di SoC Exynos, che risultano piuttosto allergiche al modding – e la loro fama non è di certo fra le migliori. Ciò però non significa che siano del tutto ignorati.

Ed ecco infatti che, grazie all’impegno degli utenti, sono arrivate le prime build non ufficiali della LineageOS 16 – basata su Android 9 Pie – per diversi smartphone di fascia alta di Samsung, recenti e non. Il nome più altisonante è quello di Galaxy Note 9, tuttora l’ultimo esponente della premiata serie di smartphone con S-Pen, in procinto di salutare l’uscita dei suoi successori Galaxy Note 10, il 7 agosto prossimo.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 9, la recensione

Ma ci sono anche Galaxy S9 e Galaxy S9+, smartphone ancora eccellenti sotto tutti i punti di vista, e addirittura modelli provenienti da un passato ormai lontano (correva l’anno 2013), come Galaxy S4 e Galaxy S4 Active. Tutti questi sono accomunati dalla LineageOS 16 non ufficiale, dunque se siete interessati, date un’occhiata ai rispettivi thread nel forum di XDA.

Via: XDA Developers