Xiaomi Mi A3 ufficiale: più batteria, più fotocamere, schermo AMOLED e cala anche il prezzo (foto)

Nicola Ligas -

L’annuncio in Spagna era previsto per oggi (quello in Italia arriverà domani), e Xiaomi è stata di parola, portando in Europa il nuovo Mi A3, ovvero la versione internazionale del recente CC9e, ma sotto etichetta Android One, cioè senza MIUI e con Android Pie “stock”. Vediamo quindi di scoprire di che pasta è fatto questo nuovo modello, in attesa di conoscerne le sorte sul nostro mercato.

Caratteristiche Tecniche Xiaomi Mi A3

  • Schermo: 6,088” HD+ (720 x 1.560 pixel) AMOLED, Gorilla Glass 5
  • CPU: Snapdragon 665 con GPU Adreno 610
  • RAM: 4 GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 64 /128 GB UFS 2.1 espandibile (con microSD fino a 256 GB)
  • Fotocamera posteriore: 48 megapixel Sony IMX586, f/1,79 + 8 megapixel grandangolare da 118°, f/2.2 + 2 megapixel depth sensor, f/2.4
  • Fotocamera frontale: Samsung da 32 megapixel, f/2.0
  • Connettività: hybrid dual nano SIM, 4G LTE, Wi-Fi 802.11ac dual-band, Bluetooth 5, GPS/GLONASS/Beidou, USB Type-C, infrarossi
  • Dimensioni: 156,48 x 71,85 x 8,475 mm
  • Peso: 173,8 grammi
  • Batteria: 4.030 mAh con QC 4.0 a 18 W
  • OS: Android Pie (Android One)

Come vedete ci sono diverse differenze con i modelli della generazione precedente. Anzitutto la batteria, che guadagna ben 1.000 mAh di capacità (ed infatti lo smartphone è anche più spesso). Poi abbiamo tre fotocamere posteriori ed una frontale ad altissima risoluzione. E poi ancora c’è lo schermo AMOLED, che però, purtroppo, ha una risoluzione inferiore a quella di Mi A2. Questo fatto però, unito alla maggiore capacità della batteria, dovrebbe portare grandi benefici in termini di autonomia.

L’app per la fotocamera capisce quando la scena che volete riprendere è troppo ampia, e vi propone di usare il grandangolo, ed in ogni caso la scena può essere ottimizzata automaticamente dalla AI, per “garantirvi” il miglior risultato. La fotocamera frontale invece può combinare anch’essa 4 pixel in 1 (come la posteriore), scattando quindi ad 8 megapixel, ma con molta più luminosità, ideale per quei selfie al crepuscolo ai quali non volete rinunciare. Inoltre la modalità panorama funziona anche con la camera frontale, per catturare facilmente i selfie di gruppo, ed a proposito di semplificazione, c’è anche lo scatto al riconoscimento del palmo della mano.

Infine sono da notare anche il lettore di impronte sotto al display, una rarità in questa fascia, e la presenza del jack audio (mai darlo troppo per scontato) e della porta ad infrarossi, che Xiaomi continua ad inserire in molti suoi modelli. Sul fronte delle prestazioni però, il passaggio da Snapdragon 660 a 665 non dovrebbe portare grandissimi cambiamenti. Il focus è probabilmente stato posto sul campo fotografico (gioco di parole voluto) e sull’autonomia, il che, se ce lo chiedeste, non è certo sbagliato in un modello del genere.

Uscita e Prezzo

Xiaomi Mi A3 nella versione 4/64 GB sarà disponibile in Spagna dal 24 luglio al prezzo di 249 euro (giusto per raffronto, Mi A2 con questo stesso taglio di memoria fu lanciato a 299€). La variante 4/128 GB arriverà poco dopo, al prezzo di 279 euro (stesso prezzo di Mi A2 da 32 GB). Da notare anche i nomi dei 3 colori disponibili, molto in stile GoogleKind of Grey, Not just Blue e More than White. Nomi a parte, gli ultimi due in particolare sembrano molto belli, almeno a giudicare dalle immagini presenti qui sotto in galleria.

L’annuncio per l’Italia è comunque previsto domani, 18 luglio, pertanto a breve avremo tutti i dettagli precisi per il nostro mercato, dove ci aspettiamo tempi e cifre in linea con quelli spagnoli. Nel frattempo vi lasciamo alcune immagini ad alta risoluzione dello smartphone.

Fonte: Xiaomi