Un presunto tester di Hongmeng OS descrive il sistema operativo di Huawei, ma non impressiona

Nicola Ligas -

Hongmeng OS è il misterioso sistema operativo di Huawei che potrebbe un giorno sostituire Android se la questione con gli Stati Uniti non dovesse risolversi (o anche a prescindere da essa). Capirete quindi che ci stiamo muovendo in un “terreno minato”, nel quale non è sempre facile verificare l’attendibilità delle tante voci che si sentono dire al riguardo.

Nel caso odierno, Huaweicentral sarebbe venuto a conoscenza di una serie di funzioni di Hongmeng OS direttamente da uno dei tester del sistema operativo stesso. Difficile quindi capire cosa ci sia di vero e cosa di fantasioso, tanto più che non sappiamo nulla di preciso in generale su quello che Huawei sta sviluppando. Prendete quindi le feature qui sotto con estremo beneficio del dubbio (quando si parla di “nuove” il riferimento dovrebbe essere alla attuale EMUI che conosciamo).

  • Attivazione della UI del telefono: aggiunte nuove animazioni al risveglio ed opzioni di personalizzazione
  • Supporto per Always on Display (AOD): è possibile personalizzare l’AOD con widget, promemoria, e altro
  • UI: icone ridisegnate, più animazioni, transizioni più veloci e fluide, nuovo pannello notifiche, barra di ricerca più grande
  • Promemoria per i messaggi: nuova modalità promemoria nelle impostazioni
  • Suonerie: nuove suonerie per le chiamate
  • Fotocamera: interfaccia più sintetica e intuitiva, sebbene ci siano giusto un paio di opzioni in più rispetto a Huawei P30

Il tester in questione dice poi che il tutto ha un che di nuovo (comprensibile, visto che si tratta appunto di un nuovo sistema operativo) ma anche di non definitivo, dato che alcuni elementi della UI non sono interattivi, forse perché ancora in via di sviluppo o perché Huawei non vuole svelarne le vere funzionalità.

Il breve quadro ritratto non è certo sconvolgente però, ma del resto non ci aspettavamo niente di diverso. Per capire davvero di che pasta sia fatto Hongmeng OS, ci vorrà insomma qualcosa di ben più corposo di questo “leak”. Ammesso e non concesso che la cosa ci riguardi mai da vicino.