Spotify annuncia la sua versione Lite in 36 mercati, ma è chiaro che quello occidentale non gli interessa (video)

Nicola Ligas

Spotify Lite è apparsa per la prima volta un anno fa, lanciata come un test limitato, per stessa ammissione di Spotify. A quanto pare la prova è andata bene, perché da oggi Spotify Lite è ufficialmente disponibile in 36 mercati sparsi per il mondo; peccato che siano tutti mercati emergenti.

Brasile, Canada, Messico, Argentina, Perù, Cile, Colombia, Bolivia, Costa Rica, Repubblica Dominicana, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Panama, Paraguay, Uruguay, Arabia Saudita, Egitto, Algeria, Libano, Marocco, Tunisia, Oman, Giordania, Bahrain, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Qatar, Sud Africa, Indonesia, Filippine, Vietnam, Malesia, India. Questo è l’elenco completo dei paesi dov’è ufficialmente disponibile Spotify Lite.

L’app è compatibile con Android 4.3 Jelly Bean e successivi, questo per farvi ancor meglio capire il suo target. Dispositivi vecchi, lenti e con poco spazio di memoria, tanto che Spotify Lite occupa appena 10 MB. A dispetto di ciò, ci sono più o meno tutte le funzioni dell’app principale, ma oltre ad essere più leggera è anche ottimizzata per connessioni lente.

Inutile fare delle facili battute: in Italia la connessione è mediamente buona (per quanto in molti facciano meglio) ed il parco smartphone relativamente moderno, quindi Spotify Lite non ci riguarda. Tra l’altro l’apk non è disponibile su APKMirror, e non ce la sentiamo di consigliarvi fonti di terze parti. L’unica cosa che possiamo lasciarvi è il video di presentazione dell’app.

Fonte: Spotify