Xiaomi Mi CC9, CC9e e CC9 Meitu Edition ufficiali: dedicati ai giovani ed alla fotografia (foto)

Nicola Ligas -

Xiaomi annuncia i primi tre smartphone della nuova serie Mi CC, che come avrete letto dal titolo si chiamano Mi CC9, Mi CC9e e Mi CC9 Meitu Edition. Si tratta di una linea con particolare focus sulla fotografia (gioco di parole voluto – NdR) e pensata per i giovani. Pertanto aspettatevi fotocamere ad alta risoluzione sia davanti (32 MP) che dietro (48 MP). Altri fiori all’occhiello sono il lettore di impronte digitali integrato nel display e l’ampia batteria da 4.030 mAh. Per non parlare del prezzo, che parte da appena 167€, in Cina. Ma andiamo con ordine, e vediamo la scheda tecnica dettagliata di ciascuno dei tre.

Caratteristiche Tecniche Xiaomi CC9 (Meitu Edition)

  • Schermo: 6,39” FHD+ (1.080 x 2.280 pixel) AMOLED, 91% screen-to-body ratio, DC dimming, Gorilla Glass 5
  • CPU: Snapdragon 710 con GPU Adreno 616
  • RAM: 6 / 8 GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 64 /128 / 256 (solo Meitu) GB UFS 2.1 espandibile (con microSD fino a 256 GB)
  • Fotocamera posteriore: 48 megapixel Sony IMX586, f/1,79 + 8 megapixel grandangolare da 118°, f/2.2 + 2 megapixel depth sensor, f/2.4
  • Fotocamera frontale: Samsung da 32 megapixel, f/2.0
  • ConnettivitĂ : hybrid dual nano SIM, 4G LTE, Wi-Fi 802.11ac dual-band, Bluetooth 5, GPS/GLONASS/Beidou, NFC, USB Type-C, infrarossi
  • Dimensioni: 156,8 Ă— 74,5 Ă— 8,67 mm
  • Peso: 179 grammi
  • Batteria: 4.030 mAh con QC 4.0 a 18 W
  • OS: Android Pie con MIUI 10

Caratteristiche Tecniche Xiaomi CC9e

  • Schermo: 6,088” HD+ (720 x 1.560 pixel) AMOLED, Gorilla Glass 5
  • CPU: Snapdragon 665 con GPU Adreno 610
  • RAM: 4 / 6 GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 64 /128 GB UFS 2.1 espandibile (con microSD fino a 256 GB)
  • Fotocamera posteriore: 48 megapixel Sony IMX586, f/1,79 + 8 megapixel grandangolare da 118°, f/2.2 + 2 megapixel depth sensor, f/2.4
  • Fotocamera frontale: Samsung da 32 megapixel, f/2.0
  • ConnettivitĂ : hybrid dual nano SIM, 4G LTE, Wi-Fi 802.11ac dual-band, Bluetooth 5, GPS/GLONASS/Beidou, USB Type-C, infrarossi
  • Spessore: 8,475 mm
  • Peso: 173,8 grammi
  • Batteria: 4.030 mAh con QC 4.0 a 18 W
  • OS: Android Pie con MIUI 10

Il comparto fotografico è il principale elemento comune tra i due smartphone. La fotocamera principale sul retro usa tutti i 48 megapixel per le foto in diurna, ma può anche combinare 4 pixel in 1, scattando quindi a 12 megapixel, per catturare più luce in notturna. L’app suggerisce inoltre in quali casi sia meglio passare alla fotocamera grandangolare, le cui deformazioni ai lati vengono correte automaticamente via software.

Tra le funzioni più originali troviamo AI Skyscaping, che rileva accuratamente il cielo presente nelle foto e (volendo) lo trasforma. Potete letteralmente rendere serena una giornata nuvolosa, o passare dall’alba al tramonto in un tap. Sulla qualità del risultato però, non possiamo ancora pronunciarci.

Davanti troviamo invece un sensore Samsung da 32 MP, che combina quattro pixel in uno per catturare più dettagli (scattando però ad 8 megapixel), mentre la funzione AI beautify si occupa di correggere le piccole imperfezioni del volto. Non mancano poi lo scatto al riconoscimento del palmo della mano ed i selfie panoramici, che uniscono 3 foto in una per far entrare tutti i vostri amici nell’inquadratura.

Xiaomi ha poi introdotto, come anticipato, le Mimoji, ovvero la vostra trasposizione in forma di avatar animati, che potete catturare in foto ed anche in brevi clip (fino a 15 secondi).

Altra particolarità di questa nuova serie è una luce LED multi-colore sulla back cover. Oltre a funzionare come sistema di notifica, può essere sfruttata nel gioco o durante l’ascolto di musica per creare effetti corrispondenti.

Ed a proposito del gaming, segnaliamo anche Mi Turbo che ottimizza le performance del sistema e Game Turbo 2.0 che aumenta il contrasto quando giocherete in ambienti scuri, per migliorare la visibilità.

Mi CC9e adotta lo stesso comparto fotografico, ma vede il debutto del nuovo SoC Qualcomm Snapdragon 665 ad 11 nm. Efficienza energetica e boost alla AI sono le sue promesse, ma anche in questo caso ci riserviamo un giudizio solo dopo la prova.

Mi CC9 Meitu Edition, invece, tecnicamente è identico alla versione regolare, tranne per la presenza di più storage, come indicato qui sopra. La sua particolarità sta sia nell’esclusiva colorazione ispirata alle spiagge della Bahamas, che in alcuni funzioni fotografiche. In particolare la AI low-light portrait, che come suggerisce il nome consente di scattare splendidi ritratti anche con poca luce (“quasi zero”).

Anche la funzione AI Beautify è stata migliorata, per conferire un look più naturale alle foto, promettendo al contempo di evitare scatti con gli occhi chiusi (non è ben chiaro come). Infine, anche la UI della Meitu Edition è stata pesantemente personalizzata, fino alle suonerie che vibrano “animando” la sua back cover olografica.

Uscita e Prezzo

Disponibili nei colori White Lover, Blue Planet e Dark Prince, (la versione blu ha un esclusivo pattern a forma di “CC”, come visibile nelle immagini sotto), i pre-ordini di Mi CC9 e Mi CC9 Meitu Edition partiranno già quest’oggi e le vendite dal 5 luglio, mentre Mi CC9e sarà disponibile dal 9 luglio, sempre e solo in Cina. I prezzi locali delle varie varianti sono i seguenti, ma per conoscere quelli italiani dobbiamo per forza di cose rimandarvi ad un futuro articolo.

  • Mi CC9e:
    • 4/64 GB: 1.299 RMB, circa 165€
    • 6/64 GB: 1.399 RMB, circa 180€
    • 6/128 GB: 1.599 RMB, circa 205€
  • Mi CC9:
    • 6/64 GB: 1.799 RMB, circa 230€
    • 6/128 GB: 1.999 RMB, circa 255€
  • Mi CC9 Meitu Edition 8/256 GB: 2599 RMB, circa 335€

Con così tante varianti in ballo, complimenti a Xiaomi per non averne “accavallata” neanche una.

Immagini Xiaomi Mi CC9

Immagini Xiaomi Mi CC9e

Immagini Xiaomi Mi CC9 Meitu Edition

Fonte: Xiaomi