Huawei Mate X 2 è all’orizzonte, e stavolta somiglia al Galaxy Fold di Samsung

Lorenzo Delli

Di una cosa siamo certi: Huawei Mate X risulta più appariscente di Samsung Galaxy Fold. Un po’ per la scelta dello sfondo super-colorato, un po’ per quel display così ampio che ricopre tutta la parte frontale del dispositivo, preferendo una soluzione diversa da quella vista sul pieghevole di Samsung.

La soluzione del produttore coreano però appare leggermente più “furba” per un semplice motivo: lo schermo è protetto dai graffi perché piegato verso l’interno. Per un utilizzo veloce c’è il display esterno, ben più piccolo ma comunque utilizzabile per le operazioni di base. E a quanto pare anche Huawei non disdegnerebbe un pieghevole del genere!

LEGGI ANCHE: Ecco gli smartphone Huawei che si aggiorneranno ad Android Q

I colleghi di LetsGoDigital hanno scoperto un brevetto depositato nel luglio del 2018 e pubblicato solo in questi giorni, il 18 giugno 2019 per la precisione, che mostra una soluzione molto simile a quella di Galaxy Fold. E il bello è che il brevetto è precedente all’annuncio di Samsung!

Nell’immagine sovrastante a destra potete osservare la parte frontale dello smartphone, dotata di un classico display utilizzabile appunto anche nel caso il cui il dispositivo sia ripiegato. Sulla parte posteriore troviamo invece una sezione verticale che ospita le varie fotocamere. Si afferra quindi la sezione posteriore e si apre mostrando lo schermo principale esteso. In questo modo la fotocamera posteriore diventa quella frontale.

A questo punto rimane da capire quando verrà lanciato Huawei Mate X. Il pieghevole del produttore cinese doveva arrivare sul mercato proprio durante le settimane di giugno, ma un po’ per i problemi con gli Stati Uniti e un po’ forse anche per la marcia indietro di Samsung, si è vista costretta a rimandare il lancio.