Una versione più completa e raffinata del Digital Wellbeing di Xiaomi appare su MIUI 10 Beta (foto)

Roberto Artigiani

Nonostante abbia deciso di non pubblicare più versioni Beta per il mercato globale e di limitare ad alcuni modelli il rilascio di MIUI China Beta ROM Xiaomi a quanto pare sta ancora sviluppando nuove funzioni nel canale sperimentale del suo firmware. I colleghi di XDA oggi hanno scoperto che il clone dell’applicazione Digital Wellbeing – la cui versione originale è stata introdotta da Google solo su alcuni smartphone – ha ricevuto un rilevante aggiornamento.

Mentre finora la funzione si concentrava soprattutto sul tempo in cui lo schermo era attivo, sulla quantità di notifiche ricevute e sulla frequenza di sblocco del telefono, con l’ultimo aggiornamento ha ricevuto alcune funzionalità dal Digital Wellbeing originale. Come potete ammirare nelle immagini qui sotto, ora è possibile fissare un timer distinto per ogni app il cui uso viene quindi tracciato separatamente e nel momento in cui il tempo fissato venisse superato quella determinata applicazione viene resa non più disponibile.

LEGGI ANCHE: La nostra prova del 5G Vodafone con LG e Xiaomi

È anche possibile stabilire delle tempistiche diverse per giorni lavorativi e fine settimana, ma non si può eliminare un giorno dal calendario dei controlli. Anche se la funzione fa parte di MIUI 10 è altamente probabile che non arrivi al grande pubblico prima di MIUI 11, ma soprattutto c’è da sperare che questo clone sviluppato da Xiaomi di Digital Wellbeing non abbia implicazioni sulle performance dei dispositivi come accade con la versione originale sviluppata da Google.

Via: XDA Developers