Non tutte le app supportano il display a 90 Hz di OnePlus 7 Pro: ecco come rimediare (video)

Vincenzo Ronca

L’ultimo top di gamma di OnePlus, il OnePlus 7 Pro, conserva nel display una delle sue caratteristiche chiave che consiste nella frequenza di aggiornamento variabile tra 60 e 90 Hz.

Dopo alcune settimane di utilizzo è stato semplice accorgersi che il display, nonostante venga impostato per funzionare con un refresh rate di 90 Hz, in alcune situazioni funziona soltanto a 60 Hz. Questo accade perché alcune app non supportano una frequenza di aggiornamento del display più alta.

LEGGI ANCHE: OnePlus 7 Pro, la recensione

Grazie al lavoro svolto da alcuni membri di XDA è stato scovato un comando adb per forzare la modalità di funzionamento del display a 90 Hz. Non serve altro che connettere lo smartphone al PC in modalità adb e lanciare il seguente comando:

adb shell settings put global oneplus_screen_refresh_rate 0

Una volta abilitata la modalità a 90 Hz, le relative voci presenti nelle impostazioni di sistema (esempio in galleria) non saranno più selezionabili. Il testo riepilogativo indicherà che il refresh rate del display è stato impostato a 60 Hz ma si tratta di un bug di visualizzazione.

XDA ha anche contattato OnePlus in merito: l’azienda cinese non ha saputo rispondere all’interrogativo su come impostare realmente il refresh rate fisso a 90 Hz ma ha sconsigliato di farlo perché tale frequenza di aggiornamento richiede un dispendio energetico maggiore per il display e questo si rifletterebbe negativamente sull’autonomia della batteria.

Inoltre, ha specificato che il software è programmato per commutare il refresh rate tra 60 e 90 Hz automaticamente in base all’app che si sta usando: se l’app è basata su protocolli come SurfaceView, TextureView o NativeActivity allora verrà impostata la frequenza di 60 Hz, è questo il caso di alcuni giochi e dell’app Fotocamera. Negli altri casi, il display potrà funzionare con una frequenza di aggiornamento pari a 90 Hz.

Fonte: XDA