Continua la marcia di Google verso il tema scuro universale: arriva anche Files (foto)

Enrico Paccusse

Da quando è stata annunciata la dark mode di Android Q, Google si è data molto da fare ed ha lentamente ma costantemente introdotto la novità singolarmente su molte applicazioni. Dopo YouTube, Keep, Auto, Drive, Chrome e Foto (ultima arrivata), ora è il turno di Files, l’applicazione per la gestione intelligente della memoria all’interno del proprio smartphone.

Come segnalato da XDA, la nuova beta dell’applicazione porta con sé la tanto desiderata novità, anche se come si può notare dagli screenshot l’integrazione non è ancora completa e manca di alcuni tasselli che possono essere ulteriormente migliorati. La versione in questione è la numero 1.0.252205711 ed è disponibile solo per chi partecipa al programma dei beta tester.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi9T è ufficiale, ma non è quello che stavate aspettando

Oltre alle implicazioni di tipo estetico, che sono personali e poco opinabili, la reale novità e miglioria apportata dalla dark mode è il risparmio della batteria. Con uno schermo OLED, in cui le aree nere sono “colorate” spegnendo i pixel, questo può portare un risparmio fino al 60% di autonomia per lo smartphone (qui approfondimento).