Perché il Play Store vi chiede quale browser e motore di ricerca usare (foto)

Vincenzo Ronca - Le novità sono in fase di distribuzione anche agli utenti italiani Android.

Forse non tutti sanno che Google è stato pesantemente multato dalla Commissione Europea il mese scorso per aver abusato della sua posizione nell’ambito degli annunci pubblicitari sul suo motore di ricerca. La stessa Google ha annunciato delle importanti novità che rispondono sul campo alla multa europea e che ora arrivano anche a noi utenti italiani.

BigG ha infatti deciso di implementare dei messaggi rivolti a tutti gli utenti che hanno lo scopo di presentare delle alternative ai suoi servizi. Le due immagini in galleria vi mostrano cosa sta succedendo per tutti gli utenti: le alternative sono 5 per caso, presentate in ordine casuale e si riferiscono ai motori di ricerca ed ai browser web. Vengono presentate all’interno del Play Store, quando ad esempio si eseguono gli aggiornamenti delle app.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy M20, la recensione

Ovviamente le alternative sono accoppiate ai relativi collegamenti per aprirle o installarle. Inoltre, Google proporrà il collegamento diretto per modificare il motore di ricerca predefinito al primo utilizzo di Google Chrome sul dispositivo.

Tutte le novità descritte sono in fase di distribuzione a tutti i dispositivi Android nel territorio dell’Unione Europea, compresi anche noi utenti italiani.

Fonte: Google