Android Q non supporta più la funzionalità WPS, ma questo potrebbe essere il sostituto perfetto (foto)

Vincenzo Ronca -

La funzionalità Wi-Fi Protected Setup (WPS) è utile ad eseguire l’accesso ad una specifica rete Wi-Fi privata mediante la pressione di un tasto dedicato o l’inserimento di un breve PIN, evitando di conoscere ed inserire la chiave di sicurezza associata alla rete. Facilmente si intuisce che la funzionalità non ha tra i suoi punti di forza la sicurezza, ed è per questa ragione che probabilmente non è più utilizzabile con Android P.

Alcuni utenti hanno osservato, dal Google Issue Tracker, alcune stringhe relative alla funzionalità WPS contrassegnate come “deprecated“, ovvero non più approvate, suggerendo che la citata funzionalità verrà rimossa con il rilascio ufficiale di Android 9. A supporto di questa ipotesi ci sarebbero le affermazioni di Google stessa sull’argomento, secondo le quali il supporto al WPS verrà interrotto con la prossima versione di Android.

LEGGI ANCHE: svelata la data di Amazon Prime Day

Considerando che i modem e router di nuova generazione stanno rimuovendo il pulsante WPS, la sempre più alta densità di dispositivi in ogni contesto e la sempre più alta preoccupazione per la sicurezza e privacy, troviamo sensata e coerente la scelta di Google a tal proposito. Voi cosa ne pensate? Vi mancherà la funzionalità WPS?

Aggiornamento11/06/2019 ore 16:00

Aggiorniamo l’articolo perché finalmente conosciamo una funzionalità che per certi versi sostituisce la WPS per la condivisione delle reti Wi-Fi. Si chiama Wi-Fi Easy Connect ed è stata scovata nella documentazione ufficiale di Android Beta.

La funzionalità è conforme agli standard di crittografia richiesti e semplifica in modo rilevante la condivisione delle reti Wi-Fi: i dispositivi già connessi alla rete, e quindi già a conoscenza della chiave di accesso, possono condividerla tramite la generazione di un codice QR leggibile dal dispositivo che si vuole connettere alla rete. In galleria abbiamo riportato un esempio pratico della funzionalità, già disponibile e funzionante a partire dalla beta 3 di Android Q.

Via: Android PoliceFonte: XDA