L’ultima beta di Android Q nasconde una nuova funzione che suonerà molto familiare ai fan di Samsung

Edoardo Carlo Ceretti Si tratta di Screen Attention, chiaramente ispirata a Smart Stay di Samsung.

Nei giorni scorsi, Google ha iniziato il rilascio (poi fermato, a causa di problemi di bootloop) di Android Q Beta 4, nuova tappa di avvicinamento verso la release stabile della nuova versione del robottino verde. Le novità rispetto alla Beta 3 non sono moltissime – ve le abbiamo riassunte tutte qui – ma, scavando un po’, si trova sempre qualcosa di nuovo da scoprire. E questa volta risponde al nome di Screen Attention.

Si tratta del nuovo nome, probabilmente definitivo, di una funzione precedentemente chiamata Adaptive Sleep e avvistata nelle precedenti beta di Android Q. Screen Attention svolge un compito tanto semplice, quanto utile in molte circostanze: capire quando l’utente sta consultando il display del suo smartphone, evitando che il display si spenga sotto i suoi occhi, a prescindere dal tempo di spegnimento automatico impostato.

LEGGI ANCHE: L’Amazon Prime Day 2019 sta arrivando

Ai fan di lunga data dei dispositivi Samsung Galaxy, questa descrizione suonerà molto familiare, visto che è esattamente ciò che fa già la funzione Smart Stay, presente sugli smartphone del produttore coreano da almeno 7 anni. Screen Attention tuttavia, al momento non sembra attivabile dagli utenti nell’ultima beta di Android Q, segno che Google voglia prendersi un po’ di tempo in più per perfezionarla, oppure che stia meditando di renderla esclusiva per i suoi nuovi Pixel, in arrivo in autunno.

Via: XDA Developers