Un nuovo ‘codice Da Vinci’ ci svela un enigmatico dettaglio su Samsung Galaxy Note 10

Edoardo Carlo Ceretti - Spoiler: ha a che fare con la ricarica rapida della batteria.

È dallo scorso settembre che siamo al corrente del presunto nome in codice di Galaxy Note 10, il top di gamma col pennino per il 2019 di Samsung. Si tratta di Da Vinci, ovviamente ispirato al geniale artista e inventore fiorentino, di cui quest’anno si celebrano i 500 dalla morte. Leonardo da Vinci è stato anche protagonista di un romanzo best seller dei primi anni Duemila, in cui l’autore Dan Brown immagina che le opere dell’artista contengano indizi su un arcano segreto. E la stessa idea è stata ripresa dal celebre leakster cinese Ice universe per farci conoscere un nuovo possibile dettaglio su Galaxy Note 10.

È bastato infatti postare su Twitter un ritratto di Leonardo in età matura, su cui campeggia una successione di 1 e di 0, per dare inizio al gioco di decifrazione da parte degli utenti. La risposta corretta – che vi riportiamo a fine articolo nella sua interezza – è arrivata poco dopo, grazie all’interpretazione del codice binario.

LEGGI ANCHE: Galaxy Note 10 potrebbe non avere né tasti fisici né jack da 3,5 mm

Il numero che è saltato fuori è 45 che, accostato a Galaxy Note 10 Da Vinci, con ogni probabilità si riferisce alla ricarica rapida a 45 W che lo smartphone potrebbe vantare. L’ampia batteria del dispositivo dunque, potrebbe ricaricarsi in tempi record grazie alla tecnologia sviluppata da Samsung, che sembra esserci lasciata definitivamente alle spalle i timori generati dalla figuraccia Galaxy Note 7. Tuttavia, soltanto il tempo saprà dirci se la voce si rivelerà fondata.

Fonte: Ice universe (Twitter)