Google Pixel 3a sul tavolo delle torture di Zack: sarà la riscossa della plastica? (video)

Edoardo Carlo Ceretti Spoiler: eccome!

Da quando ad inizio mese Google ha presentato i nuovi Pixel 3a e Pixel 3a XL nel corso del Google I/O 2019, Zack del canale YouTube JerryRigEverything ha ricominciato ad affilare i suoi strumenti di tortura, non vedendo l’ora di mettere alla prova i primi Mr. Plastic Fantastic di fascia media della serie Pixel. Il policarbonato tornerà di moda?

La prima parte del test di resistenza procede come da copione, con il vetro Dragontrail a protezione del display che si comporta esattamente come i più comuni Gorilla Glass. La scocca di Pixel 3a, completamente realizzata in materiali plastici, comporta un vantaggio non da poco: oltre alla maggiore leggerezza, non mostrerebbe scalfiture o graffi evidenti in caso di urti o cadute, perché non sottoposta ad alcuna verniciatura superficiale. L’usura del tempo risulterà dunque meno visibile a prima vista.

LEGGI ANCHE: Recensione Google Pixel 3a XL

La prova del fuoco è superata con riserva, come per buona parte dei pannelli AMOLED: dopo qualche secondo di sollecitazione alla fiamma dell’accendino, il display spegne i pixel nell’area interessata, lasciando un alone indelebile. Arriviamo però alla parte più attesa, ovvero il bend test: lo stesso Zack non nascondeva un certo scetticismo nell’approcciarsi ad un dispositivo costruito interamente in plastica, temendo che la solidità strutturale potesse non essere all’altezza. La prova dei fatti però, lo smentisce: nonostante l’intensa forza applicata, Pixel 3a riesce a passare indenne il pericolo, nonostante flessione e cigolii non facessero presagire nulla di buona. E brava Google!